Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha vissuto una settimana pesante, scivolando sotto quota 21.500. Si aspetta un recupero nel breve o assisteremo a nuove vendite?

Sulla tenuta della zona resistenziale nei pressi dei massimi dell’anno abbiamo assistito ad un forte ribasso del Ftse Mib, con un successivo rimbalzo su importanti supporti in tutti e tre i grafici che seguo, dal giornaliero al settimanale, sino al mensile.

Nel breve, sopra i 21.473 punti può continuare la ripresa del Ftse Mib, con resistenze intermedie tra 21.630 e 21.770 punti circa, prima dell’incrocio ribassista tra le medie giornaliere a 12 e 24 periodi in zona 21.825-21.860 punti.

Il suddetto incrocio potrebbe favorire un ritorno dei venditori, altrimenti è possibile una ulteriore estensione sulla chiusura del gap-down a 21.927 punti, sopra cui spazio per i 22.060 e i 22.200-22.270 punti, prima del top 2019 a 22.357 punti, la cui rottura darebbe la stura a una nuova gamba rialzista, al momento abbastanza improbabile.

Viceversa, in caso di discesa del Ftse Mib sotto la media giornaliera a 50 periodi a 21.350 punti, avremo un ritorno sulle medie multi-grafiche sopra citate tra 21.280-21.235 punti e sul minimo della scorsa ottava a 21.127 punti.