Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha guadagnato ancora terreno nelle ultime sedute, spingendosi su nuovi massimi dell'anno. Si aspetta una prosecuzione del rialzo nel breve?

Piazza Affari al terzo tentativo di allungo ha dato vita ad un ulteriore rally, con addirittura due gap up consecutivi.
Il Ftse Mib si è spinto così sopra la resistenza settimanale e quella mensile, che a questo punto diventano supporti, andando a toccare nuovi massimi, seppure non confermati nella chiusura di venerdì scorso.

Nel breve quindi, una mancata salita dell'indice sopra i 21.825 punti comporterà una fase correttiva, peraltro giustificata da alcuni indicatori in divergenza negativa (prezzo crescente e indicatore decrescente rispetto al massimo precedente) e salutare per “scaricare” un certo ipercomprato.

La discesa avrà come obiettivi la chiusura del primo gap up a 21.570 punti e i supporti multi grafici da giornaliero a settimanale e mensile in area 21.420-21.370 punti circa, con estensione verso i successivi in zona 21.130-20.925, con eventuale approfondimento a 20.665-20.560 e 20.380-20.270 punti che dovrebbero tenere per future riprese del Ftse Mib.