Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib è scivolato al di sotto di area 21.000, lasciandosi alle spalle una settimana pesante. Si aspetta un recupero dai livelli attuali o bisogna prepararsi a nuove vendite?

Con Wall Street sui massimi storici e le Borse europee sui top dell’anno, la recente dichiarazione di Trump sui dazi nei confronti dei prodotti made in Cina, ha fatto scattare la correzione su tutti i listini.
Piazza Affari, dopo circa tre settimane laterali, con nuvole e tuoni, è stata colpita da una pioggia di vendite.

Dai livelli attuali del Ftse Mib, la distanza da importanti supporti in tutti i grafici temporali è ancora potenzialmente di 300 punti e oltre.

Massima attenzione ora ai minimi della scorsa ottava a 20.789 punti, sotto cui spazio per i 20.520 punti e, se ciò non dovesse bastare per una pronta ripresa, si avrà un'ulteriore accelerazione verso i 20.465-20.345 punti e soprattutto i 20.255-20.215 punti.

Sarà questo l'ultimo baluardo da difendere, almeno secondo le mie amate medie semplici sui frame giornaliero, settimanale e mensile, prima di uno scossone per il Ftse Mib sotto i 20mila punti.