Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha rifiatato nelle ultime due sedute dopo aver aggiornato i massimi dell'anno. La salita può proseguire nel breve?

Nella scorsa ottava Piazza Affari ha visto il Ftse Mib raggiungere nuovi massimi a 22.663 punti, non confermati, addirittura con una chiusura inferiore al massimo precedente, quindi sotto i 22.357 punti.

Questo potrebbe, assieme ad una divergenza negativa, ossia un massimo crescente con oscillatori decrescenti, preludere ad una imminente fase correttiva.

Nel breve quindi, sotto i minimi di venerdì scorso a 22.290 punti, per il Ftse Mib ci sarà spazio per il primo supporto giornaliero, cioè la chiusura del gap-up a 22.165 punti, sotto cui si scenderà verso l’analoga media a 12 periodi incrociata con la sorella a 24 in zona 21.900-21.890 punti circa.

Oltre quest'ultimo livello per il Ftse Mib sarà possibile una ulteriore discesa verso i 21.763-21.685 punti e le successive medie giornaliere a 50 e 100 periodi a 21.530-21.400 punti, prima della importante media daily a 200 periodi intorno ai 21mila punti che dovrebbero favorire una pronta ripresa.