Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha vissuto una settimana a due facce e ha tentato un nuovo allungo verso i massimi dell'anno. Cosa aspettarsi per le prossime sedute?

Il Ftse Mib, su tutti i grafici che seguo, dal giornaliero al settimanale, sino al mensile, si trova in bilico tra la rottura dei massimi annuali, con la prospettiva di una nuova gamba rialzista, e la possibilità di una correzione.
Quest'ultima, in caso di discese sotto certi importanti supporti, potrebbe assumere anche dimensioni rilevanti.

Per le prossime sedute, sotto i 22.100 punti di Ftse Mib avremo un primo segnale di debolezza verso la media giornaliera a 12 periodi a 21.990 punti, con eventuale spazio per la chiusura dell’ultimo gap up già sperimentato la scorsa settimana a 21.774 punti.

Con il cedimento di questa soglia ci sarà un'accelerazione dell'indice verso le medie daily a 24 e 50 periodi tra 21.520 e 21.410 punti circa.

Un abbandono di questo ultimo livello aprirà la porta a nuovi venditori, con obiettivo i supporti settimanali e mensile tra 21.340 e 21.270 punti, prima della media giornaliera a 100 periodi a 21.170 punti, che dovrebbe favorire una ripresa delle quotazioni.