Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha archiviato la scorsa settimana sostanzialmente sugli stessi valori della precedente, mantenendosi per ora sopra quota 20.000. Prevede nuovi impulsi al rialzo nelle prossime sedute?

Piazza Affari ha visto una settimana all’insegna della lateralità sui massimi dell’anno, in attesa di una nuova direzionalità, correttiva o rialzista che sia.

Nelle prossime sedute quindi, per il Ftse Mib attenzione alla perdita della parte inferiore del movimento laterale sotto 20.124 punti, con spazio per la media giornaliera a 12 periodi a 19.965 punti.

Da non escludere una possibile estensione del ribasso in zona 19.815-19.500 punti, con un occhio agli importanti supporti tra 19.475-19.305 e 19.285-19.260 punti, che dovrebbero favorire una tenuta e relativa ripresa.

Viceversa, sopra i massimi della scorsa ottava a 20.360 punti, il Ftse Mib troverà la doppia resistenza della media a 200 periodi settimanale e giornaliera a 20.450-20.490 punti, sopra cui spazio per le colleghe mensili tra 20.550 e 20.795 punti circa.

Venerdì scorso Banco BPM e Bper Banca si sono mossi lungo binari opposti, con il primo in calo e il secondo in rialzo. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?