Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib nelle ultime sedute ha perso terreno,senza registrare ribassi particolarmente pesanti. Si aspetta un recupero dai livelli attuali o una prosecuzione della debolezza?

Esaminando il grafico giornaliero del Ftse Mib, con le medie semplici da me usate, peraltro in tutti i frame temporali, si evince che la correzione ha per il momento tenuto la media daily a 24 periodi.

Si è avuto in seguito un rimbalzo praticamente perfetto sulla analoga media a 12 periodi che ha respinto il Ftse Mib, confermando i primi scricchiolii nel trend rialzista.

Per le prossime sedute mi aspetto che alla violazione ribassista dei 23.100 punti si vada dritti alla chiusura del gap-up a 22.946 punti.

La mancata tenuta di questo livello provocherà una ulteriore discesa sul duplice supporto delle medie giornaliera a 50 periodi e settimanale a 12 periodi poco sopra i 22.500 punti.

Da non escludere un'eventuale accelerazione negativa in zona 22.357-22.165 punti e sui secondi supporti importanti in area 21.960-21.855, certificati rispettivamente dalla media giornaliera a 100 e da quella settimanale a 24 periodi.

Viceversa, sarà ovviamente necessaria la rottura rialzista della resistenza a 23.470 punti per una ripresa robusta del Ftse Mib, con nuovo attacco dei massimi dell’anno verso i 23.585-23.660 punti e soprattutto i 23.726 e il top a 23.827 punti circa.