Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

Il Ftse Mib ha vissuto una settimana molto altalenante, complici una serie di incertezze. Cosa aspettarsi nelle prossime giornate?

La situazione globale ha influito sull’incertezza a Piazza Affari, con una partenza in gap up del Ftse Mib, un buon rialzo in ottica di rimbalzo e non di inversione, e un ritorno della negatività.

Quest'ultima si è materializzata solo dopo la tenuta di una importante resistenza giornaliera, con un pizzico di ottimismo motivato dalla conferma dei prezzi sopra i supporti, soprattutto settimanali e mensili.

Nelle prossime giornate è quindi fondamentale per il Ftse Mib la tenuta di tali livelli, a cominciare dalla vicina media giornaliera a 200 periodi a 20.430 punti circa, con un nuovo attacco della resistenza delle sorelle a 12 e 24 periodi, rispettivamente a 20.515 e 21.005 punti.

Sopra i 21.045 punti di Ftse Mib si potrà assistere ad una ulteriore ripresa dei corsi, con spazio per i 21.185-21.305 punti, in concomitanza con la chiusura dell’ennesimo gap down di inizio agosto.

Viceversa, sotto i 20.430 punti di Ftse Mib spazio per i supporti settimanali e mensili tra 20.390-20.310 e 20.240 punti, con estensione sui minimi di ferragosto a 20.000-19.936 punti.