Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Laura Sovardi, trader indipendente e corresponsabile del sito www.pietro-pitt-origlia.it, alla quale abbiamo rivolto alcune domande sui mercati finanziari.

I mercati azionari stanno mostrando un po' di nervosismo per via dei timori legati al virus polmonare in Cina. C'è il rischio di un ribasso nel breve?

Dopo aver segnato nuovi massimi, in alcuni casi storici, i mercati azionari stanno andando incontro ad una normale fase di correzione.

La “scusa” di tutto questo arriva dall’Asia, con il “coronavirus” che nelle ultime ore ha visto aumentare il numero delle vittime, portando le autorità a chiudere la circolazione in alcune città.

Dal mio punto di vista credo che, come successo in altre situazioni, la fase attuale possa considerarsi ancora una volta come una nuova occasione per entrare in acquisto sul mercato azionario.

Oltre al tema dell'epimedia in Cina, quali sono i temi che a suo avviso potranno condizionare l'andamento delle Borse nel breve?

Nella giornata di ieri abbiamo avuto un importante appuntamento con la Bce che, confermando quella politica monetaria inaugurata da Mario Draghi, ha posto l’accento sia sul cambiamento climatico che sul mutamento della propria strategia di politica monetaria.

Questo potrebbe portare a cambiamenti per quanto riguarda gli acquisti di “corporate bond” nell’ambito del quantitative easing.

Oltre alla Banche Centrali non dobbiamo dimenticare sia la ripresa dei colloqui tra Usa e Cina per quanto riguarda la “fase 2” sui dazi, ma soprattutto la tornata delle elezioni regionali nel prossimo fine settimana in Italia.