Le decisioni del governo italiano hanno creato più di una preoccupazione sui mercati, soprattutto quello tricolore. Molti i dubbi ma nell'attesa di un chiarimento come gestire la situazione sull'indice italiano? La risposta di Sante Pellegrino, trader indipendente che il 12 ottobre a Milano terrà un corso di analisi e nuove strategie di trading intraday. Qui i particolari. 

La settimana scorsa si è chiusa con un venerdì nero per il mercato italiano. 

Dopo il tonfo delle borse post Def (Documento di Economia e Finanza) si può facilmente affermare che i mercati sono rimasti sicuramente spaventati da quello che è il progetto italiano di cui però si conoscono pochi particolari, se non attraverso alcune informazioni generiche. Tralasciando le dichiarazioni fatte anche in veste di “spot pubblicitario” sarà meglio aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per capire per bene cosa il governo attuerà in Decreto. Di certo ci sarà un'aliquota al 15% per le P.IVA di professionisti, il che fa ben sperare in un una ripresa economica grazie all'allentamento del fisco sui liberi professionisti. Per quanto riguarda poi le cartelle esattoriali si cercherà di intervenire aiutando chi ha pendenze con Equitalia. Infine, l'altro punto saliente, è il famoso reddito di cittadinanza di cui si conoscono solo alcune indiscrezioni tra cui quella che riguarda l'obbligo dell'iscrizione ai Centri per l'Impiego per tutte quelle famiglie con reddito mensile inferiore ai 750 euro. Si parla anche di una riforma della Legge Fornero e quindi di un recupero di quella soglia d'età che superava quota 100.