Strategie di trading e titoli da monitorare per questa settimana

I tentativi per far rientrare l'emergenza dei dazi Usa-Cina non sembrano aver avuto un buon esito visto che alla fine gli aumenti sulle tariffe delle importazioni sono arrivati.

Image

I tentativi per far rientrare l'emergenza dei dazi Usa-Cina non sembrano aver avuto un buon esito visto che alla fine gli aumenti sulle tariffe delle importazioni sono arrivati. I mercati iniziano in debolezza la nuova settimana. Come gestire la situazione in Borsa? I consigli di Sante Pellegrino, trader indipendente che il 12 ottobre a Milano terrà un corso di analisi e nuove strategie di trading intraday. Qui i particolari. 

Partiamo subito dal Ftse Mib

C'è da dire innanzitutto che da oggi parte un nuovo ciclo. Secondo quanto da me elaborato e che andrò ad illustrare anche nel corso previsto a Milano il 12 ottobre e riservato a 6 persone, una statistica ampia mi permette di considerare chiuso il vecchio ciclo iniziato il 27 agosto, quando il mercato non ha superato quello che era il minimo di 20.200 punti segnato il 17 agosto; quel minimo è rimasto, con il Ftse Mib che ha mantenuto questo supporto, arrivando a far rimbalzare il titolo dopo che è stato ritestato il 31 agosto fino alla resistenza dinamica di 20.900 punti. Ora, nel prossimo ciclo che durerà fino al 4 di ottobre è molto probabile che si aprino due strade. La prima è che andremo al rialzo confermando la voglia di recuperare i gap lasciati aperti sul Ftse Mib, quindi 21.500 e successivamente andare a testare la resistenza, questa volta non dinamica ma statica dei 22.200 punti che è molto importante. Caso contrario il ciclo si confermerà ribassista tendenza che persisterà fino al 4 di febbraio solo al superamento dei 22.200 punti: in questo caso l'indice potrà direzionarsi, cioè potrà andare a chiudere l'altro gap lasciato aperto a 19.500.