Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Vincenzo Longo, strategist di IG, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e sulle prospettive nel breve.

I mercati azionari continuano ad esprimere positività sulla scia del crescente ottimismo relativo alle trattative commerciali tra Cina e Usa, snobbando al momento la questione Brexit. Si aspetta ulteriori sviluppi rialzisti nel breve?

I segnali sui mercati azionari continuano ad essere rialzisti. Nonostante gli operatori stiano incorporando già nei prezzi il raggiungimento a breve di un accordo tra Stati Uniti e Cina, non si ha ancora un consenso ampiamente condiviso.
Elemento questo che potrebbe tradursi in una prosecuzione del rimbalzo anche dopo l’annuncio.

Anche i segnali tecnici confermerebbero questa view, con i principali indici Usa che sono ormai giunti a 2 punti percentuali dai precedenti massimi storici. Questi livelli potrebbero essere raggiunti e superati in caso di accordo tra Cina e Usa. Ci vorrà poi altro per non deludere gli investitori e garantire una ripresa del rally.

Innanzitutto i dati macro dovranno continuare a rimanere in linea o leggermente migliori delle attese e la Fed dovrà mantenere un atteggiamento accomodante.

La questione Brexit ormai non spaventa più. Gli investitori sembrano aver messo in conto che si andrà verso un rinvio lungo e comunque lo scenario peggiore (No Deal) non è più sul tavolo, dopo l’approvazione lampo della legge Cooper-Letvin in settimana.

E i movimenti sulla sterlina lo confermano. Nonostante il 12 aprile si avvicini, la divisa britannica si sta difendendo bene verso dollaro, rimanendo lontano dai bottom toccati negli ultimi mesi.