L'aumento dei prezzi del petrolio ha attirato gli investitori verso i titoli energetici. Ciò sembra sensato perché i prezzi più alti generalmente significano maggiori profitti per le società del settore.

Petrolio: dove andranno i prezzi? Ecco due 2 titoli su cui puntare

Il problema è che nessuno sa dove potrebbero andare i prezzi del petrolio dai livelli attuali qui.

L'Arabia Saudita ha reso possibile una stabilizzazione dei prezzi del petrolio adottando recentemente un taglio volontario della produzione di 1 milione di barili al giorno.

Un impegno però limitato ai mesi di febbraio e marzo, passati i quali l'Arabia Saudita potrebbe riprendere la sua produzione, con possibili ricadute negative per le quotazioni dell'oro nero.

Vista tale incertezza, è consigliabile investire in società che possono fare bene indipendentemente dalla volatilità dei prezzi delle materie prime a breve termine.

Chevron ( NYSE: CVX )

Il titolo Chevron offre attualmente un interessante rendimento da dividendi del 5,4%.

La società ha avuto un 2020 impegnativo e ha registrato una perdita di 5,5 miliardi di dollari, che scende però a 368 milioni di dollari escludendo gli impatti delle spese una tantum e degli effetti valutari.

Un dato comunque negativo rispetto all'utile rettificato i 11,9 miliardi di dollari registrato nel 2019.

I bassi prezzi di petrolio e gas hanno avuto un impatto significativo sugli utili di Chevron, mentre la minore domanda di benzina ha danneggiato le prestazioni della divisione downstream.

Nonostante queste sfide, la produzione di Chevron nel 2020 è aumentata dell'1% a 3,08 milioni di barili al giorno.
Il gruppo ha ridotto i suoi costi di capitale e operativi in​risposta alla domanda del mercato e ha generato più denaro dalle operazioni di quanto speso in progetti di capitale.

La riduzione dei costi combinata con un bilancio solido posiziona bene Chevron,  anche per periodi caratterizzati da bassi prezzi del petrolio.

Allo stesso tempo, la società può facilmente aumentare il suo dividendo a prezzi Brent superiori a 55 dollari al barile.
Chevron ha affermato che sostenere e aumentare il proprio dividendo è la sua massima priorità.

Valero Energy ( NYSE: VLO )

Le raffinerie hanno dovuto affrontare condizioni di mercato particolarmente difficili nel 2020, con margini inferiori che le hanno costrette a chiudere o convertire gli impianti non competitive.

Man mano che la pandemia di coronavirus si attenuerà e le persone inizieranno a uscire di più, la domanda di prodotti raffinati dovrebbe riprendersi e questo, combinato con una riduzione dell'offerta dovuta alla chiusura o alle conversioni di raffinerie, dovrebbe contribuire ad aumentare i margini di raffinazione.

Valero Energy è tra una delle raffinerie meglio posizionate per beneficiare di questa dinamica domanda-offerta favorevole.

Valero Energy ha una delle spese operative di cassa di raffinazione più basse per barile nel settore di riferimento e ha generato il free cash flow medio più alto negli ultimi 10 anni.

Il dividendo offre un rendimento interessante del 5,5%, quindi le azioni Valero Energy rappresentano un'ottima scelta per il portafoglio di qualsiasi investitore.