Chi sono i milionari?

Sono le persone che vivono nell'Upper East Side a New York, le persone che vivono su Strandvägen a Stoccolma o sulla Banhoffstrasse a Zurigo o nei borough di Kensington, Mayfair e Belgravia a Londra o, ancora, nel quarto e/o sesto Arrondisement a Parigi?

Beh, sì e sì, ma il tipico milionario non vive lì, vive nella porta accanto.

Cosa possiamo imparare da queste persone affinché anche noi, un giorno, possiamo definirci milionari?

Per capirlo, esaminiamo i contenuti di un libro molto famoso, "Il Milionario della Porta Accanto", di Thomas J. Stanley e William D. Danko.

Takeaway numero 1: Le 12 caratteristiche di un milionario

Contrariamente alle credenze di molte persone, raramente è la fortuna o l'eredità a decidere se sarai milionario o meno.

È molto più il risultato del duro lavoro, decisioni sullo stile di vita, pianificazione e autodisciplina. Facciamo finta di poter intervistare la popolazione milionaria. Questo è quello che ci direbbero:

  • Viviamo al di sotto dei nostri mezzi. Circa il 50% di noi vive nella stessa casa da più di 20 anni.
  • Il nostro tempo, la nostra energia e il nostro denaro sono destinati alla ricchezza.
  • Dedichiamo più del doppio del tempo alla pianificazione finanziaria e agli investimenti rispetto ai nostri amici non milionari.
  • Pensiamo che la libertà e la sicurezza finanziaria siano più importanti che mostrare uno status sociale elevato.
  • Non abbiamo mai ricevuto regali in contanti dai nostri genitori.
  • Siamo lavoratori autonomi. Circa 2/3 di noi hanno noi stessi come capo. Il 75% di noi si considera imprenditore.
  • La maggior parte di noi ha più di 50 anni ed è di sesso maschile.
  • Abbiamo un fondo per la spesa, il che significa che possiamo mantenere il nostro stile di vita per 10 anni o più, senza portare ulteriori entrate.
  • Siamo ben istruiti. Solo 1/5 di noi non è laureato.
  • Investiamo molto! In media, circa il 20% del nostro reddito realizzato all'anno, e prendiamo le nostre decisioni di investimento.
  • Investiamo a lungo termine. Oltre il 90% di noi tiene i propri investimenti per più di un anno.
  • Compriamo auto al chilo, cioè parecchie. E al diavolo gli ambientalisti! (e qui mettiamoci una risata ironica...). Siamo taccagni.

In senso buono, diremmo noi.

Takeaway numero 2: giocare in difesa

Facciamo un rapido quiz. La vostra famiglia opera con un budget annuale? Sapete quanto la vostra famiglia spende ogni anno in cibo, vestiti e alloggio?

Avete una serie ben definita di obiettivi giornalieri, settimanali, mensili e per tutta la vita? Dedicate molto tempo alla pianificazione del vostro futuro finanziario?

Avete risposto sì a tutte le domande precedenti? I milionari, in misura maggiore di altri, lo fanno. Ora probabilmente penserete: aspettate un attimo!

Perché qualcuno che è milionario dovrebbe avere bisogno di un budget? A questo, la risposta è: Perché sono diventati milionari in quel modo e mantengono il loro status agiato allo stesso modo.

Si potrebbe facilmente fare un parallelo con la formazione. Avete visto tutti gli You Tubers che vanno in palestra ogni giorno?

Sono quelli che sembrano non averne bisogno, giusto? Ma è per questo che sono in forma! Diventare e rimanere finanziariamente indipendenti non è molto diverso da questo.

Come si fa a giocare una grande difesa, allora? Per cominciare, dovreste comprare (o affittare) una casa in un quartiere modesto, non in uno di classe superiore.

Il prezzo di un appartamento a Manhattan, per esempio, non tiene conto di tutte le variabili. Per vivere lì ci si aspetta che voi abbiate un certo stile di vita.

Questo stile di vita, a lungo andare, potrebbe essere ancora più costoso dell'appartamento stesso. Vivi invece in una zona modesta (ma sicura), e troverete facile stare al passo con, e persino rimanere davanti ai Bianchi della situazione, e accumulare comunque ricchezza.

In generale, spendete il meno possibile in beni di consumo, e spendete in modo intelligente in beni che si deprezzeranno in valore.

Ad essere onesti, la maggior parte dei milionari fa entrambe le cose. Hanno un'offensiva decente e una difesa di qualità.

Ma solo una minoranza gioca un'offensiva così buona da potersi mangiare lo stipendio e tenerselo anche. Se non si appartiene a quella categoria, che comunque è solo lo 0,1% di noi, imparate a giocare in difesa.

Takeaway numero 3: Il vero costo del consumo

Trascuriamo tutti i costi che un certo acquisto potrebbe comportare in seguito, come spiegato attraverso l'esempio dell'appartamento a Manhattan nel nostro ultimo takeaway. Il cartellino del prezzo non rappresenta ancora completamente ciò che si paga quando si acquista qualcosa.

Ci sono due ragioni per cui questo non è vero. 1: Il costo opportunità, quello monetario. Un costo opportunità è la perdita di altre alternative quando se ne sceglie una.

Facciamo finta che voi aveste avuto un iPhone X nel novembre 2019. Ora, se siete come la maggior parte delle persone, aggiornate il vostro telefono ogni due anni circa.

Quindi, ora starete pensando al nuovo iPhone 12. Anche se il cartellino del prezzo era difficile da ingoiare per cominciare (seriamente, anche 999 dollari per un telefono?) non avete ancora calcolato i costi di opportunità.

Se si sceglie di acquistare l'iPhone X, si perde l'opportunità di investire i propri soldi, per esempio, nel mercato azionario. Con un rendimento annuo del 10%, il prezzo del vostro nuovo telefono è: 2.591 dollari dopo 10 anni. 6.720 dollari dopo venti anni. 117.000 dollari dopo cinquant'anni. Ora, volete ancora comprare quel nuovo telefono?

Le sigarette (è un cliché usato, ma utile) sono un esempio ancora più grande. Almeno il vostro iPhone X non influisce negativamente sulla vostra aspettativa di vita.

Se voi, invece di fumare 3 pacchetti di sigarette ogni giorno, aveste investito i soldi nell'azienda di tabacco Philip Morris, nel periodo di tempo dal 1950 al 1996 sareste stati multimilionari alla fine del periodo. Avreste 2 milioni di dollari, per l'esattezza.

Il secondo punto da sottolineare, ora, è il costo opportunità del tempo.

Acquisire e mantenere grandi scorte di beni di lusso, come auto di lusso, vestiti costosi e così via, non richiede solo denaro, ma anche molto tempo. Non si compra una Ferrari senza prima studiare il mercato. Né si può mantenere un guardaroba di alto profilo senza investire molto tempo per capire le ultime tendenze, le più grandi marche e così via.

Questo è tempo che avrebbe potuto essere usato per aumentare la vostra intelligenza finanziaria, per migliorare i vostri affari o per impostare invece un budget adeguato per la vostra famiglia. Tempo ed energia di risorse finite, anche per i produttori ad alto reddito. O forse soprattutto per i produttori ad alto reddito.

Perché dovreste passare da 60 a 80 ore alla settimana in un lavoro cercando di diventare ricchi e poi passare le restanti ore della della settimana a rovinare questa stessa ricchezza?

È come cercare di costruire una casa durante i giorni feriali, ma poi portare la palla da demolizione nei fine settimana. Pensate che riuscirete mai a costruire una casa con questa strategia?

Takeaway numero 4: I regali in contanti sono favori all'orso.

Un favore all'orso è un'espressione russa in merito a qualcuno che fa un servizio ad un'altra persona pensando che avrà un impatto positivo, ma che invece finisce per essere un disservizio.

Crediamo che l'espressione italiana sia solo disservizio... Takeaway numero 4, allora: I regali in contanti sono disservizi?

No! Ogni genitore ricco, o in realtà ogni genitore, vuole che i propri figli siano prosperi e abbiano successo nella vita.

Come fanno i genitori ricchi ad assicurarsi che i loro figli abbiano un vantaggio? Beh, forniscono loro del denaro extra, naturalmente! Questo però si dimostra controproducente.

Infatti, in generale, più denaro ricevono i figli adulti, meno ne accumulano.

Gli adulti che si siedono in attesa della prossima iniezione di denaro di padre e madre sono molto meno produttivi della loro controparte che non ne ha ricevuti.

I regali in contanti insegnano ai bambini a vivere al di sopra dei loro mezzi. Chi riceve regali ha nell'80% dei casi un patrimonio netto inferiore a quello dei propri coetanei.

Gli adulti che ricevono soldi dai loro genitori hanno difficoltà a distinguere tra il portafoglio dei genitori e il proprio. Infatti, il più delle volte pensano di appartenere al club "l'ho fatto da solo".

È molto più facile spendere i soldi degli altri che i dollari generati da sé.

Quindi, nel caso vi stiate chiedendo, cosa potete dare ai vostri figli che aumenterà la loro probabilità di diventare prosperi e di successo?

Il singolo regalo più comune che i milionari hanno ricevuto dai loro genitori è l'istruzione.

A parte questo, cercate di creare un ambiente in cui i pensieri indipendenti siano apprezzati e in cui siano premiati i risultati, la responsabilità e la leadership.

Sì, le cose migliori della vita sono spesso gratis.

Takeaway numero 5: come decidere se sei sulla strada giusta

Ora, siete sulla strada giusta per diventare finanziariamente indipendenti, o state andando nella direzione opposta, verso una vita di carte di credito e account Spotify Freemium?

Il vostro patrimonio netto previsto può essere stimato usando la seguente formula: Età x reddito annuo pre-tasse realizzato / 10 = valore netto.

Escludete qualsiasi ricchezza ereditata sia sul reddito annuo prima delle tasse che sul vostro valore netto. Prendiamo alcuni esempi:

Il primo ministro italiano, Mario Draghi, guadagna circa 95.000 dollari all'età di 74 anni. Questo significa che il suo valore netto dovrebbe essere 74 x 95.000 / 10 che è ... 703.000 dollari. Sarà sicuramente molto di più, visto i ruoli che ha coperto finora, ovviamente.

Un ingegnere della Volvo che è stato recentemente promosso al grado di middle manager sta guadagnando 70.000 dollari all'età di 30 anni. Il suo valore netto dovrebbe essere 30 x 70,000 / 10, cioè 210,000 dollari.

Uno studente della London School of Economics è al suo ultimo anno di studi. Ha 23 anni, ma non guadagna nulla. Questo significa che il suo patrimonio netto dovrebbe essere 23 x 0 / 10 .... Immaginiamo che la formula non si applichi agli studenti, che quindi possono continuare a fare festa ogni sera.

Ora, questo è solo il vostro valore netto previsto. Ma voi non siete qui per essere nella media. Abbiamo ragione?

Sopra le file degli "Accumulatori medi di ricchezza" ci sono i "Prodigiosi Accumulatori di ricchezza". Se volete far parte di questo club esclusivo, dovete raccogliere una fortuna che sia il doppio di quella che la formula suggerisce.

Ma non finisce qui. Al di sopra di questo gruppo esclusivo ci sono i "Super Prodigiosi Accumulatori di Ricchezza" Per entrare a far parte di questo club di gloriose élite, dovete avere una ricchezza che è 10 volte superiore alla formula spiegata prima. Questo sì che richiede dedizione!

Se invece valete solo la metà di quello che la formula dice che dovreste valere, appartenete ai "Sotto Accumulatori di ricchezza". Invocando la persona competitiva che è in voi, abbiamo una cosa da dirvi: se volete far parte di questo club esclusivo, dovete raccogliere una fortuna che sia almeno il doppio di quella che la formula suggerisce.

Riassumiamo...

Ecco un rapido riassunto: Primo, diventare milionario è il risultato del duro lavoro, delle decisioni sullo stile di vita, della pianificazione e dell'autodisciplina, non dell'eredità o della fortuna.

Il secondo takeaway è che devi giocare una grande difesa per accumulare ricchezza.

La lezione numero 3 è che i costi di opportunità, sia in termini di denaro che di tempo, dovrebbero essere aggiunti per stimare il vero costo di un acquisto.

Il numero 4 è che i regali in contanti sono controproducenti per accumulare ricchezza e, ultimo ma non meno importante, il numero 5 è che si può decidere se si è sulla strada giusta per diventare un milionario prendendo la propria età x il reddito annuale/10 e poi confrontandolo con il proprio patrimonio netto.

Nel takeaway numero 2, abbiamo detto che la pianificazione finanziaria, e più importante, gli obiettivi finanziari, sono ingredienti chiave per avere successo con il denaro.

Uno studio del 2015 mostra che si ha uno sbalorditivo 42% di probabilità in più di raggiungere i propri obiettivi semplicemente scrivendoli regolarmente.

Oggi vogliamo sfidarvi a scrivere i vostri obiettivi finanziari per i futuri 5, 10 e 20 anni.

Notate che non si tratta di dove siete oggi, ma di dove volete essere domani. Puoi scrivere qualsiasi cosa, anche cose come auto costose, purché ti tenga motivato.

Ecco un esempio di quello che potresti scrivere: In cinque anni dovrei aver costruito un portafoglio azionario, che è aumentato di almeno il 100%. Il portafoglio dovrebbe valere almeno 30.000 dollari.

In 10 anni, dovrei possedere un appartamento tutto mio, il che significa che non avrei più mutui da pagare.

In 20 anni, dovrei aver pagato tutti i miei debiti, ed essere in grado di vivere con i dividendi che il mio portafoglio produce.

Ricordate solo che i vostri obiettivi devono essere ragionevoli perché questo esercizio serva al suo scopo.