Telecom

L’indice Morningstar US Communication Services ha ceduto da inizio anno a fine aprile il 20,7% (in euro) e ora è scambiato mediamente a un tasso di sconto di circa il 40% rispetto al fair value. Meta Platforms e Alphabet, i titoli più importanti del comparto in termini di capitalizzazione di mercato, sono scontati rispettivamente del 47% e del 36%.

Meta Platforms

Gli analisti di Morningstar assegnano a Meta un Economic moat nella misura di Ampio per via del forte effetto network generato dalla sua ampissima rete di utenti e, nonostante abbiano recentemente tagliato il fair value del titolo da 400 a 384 dollari, sono molto più ottimisti del mercato rispetto alla capacità del gruppo di aumentare la sua redditività e di cavalcare nel migliore dei modi i trend di lungo termine come il metaverso (report aggiornato al 27 aprile 2022).

Alphabet

Alphabet domina attraverso Google il mercato della ricerca online con una quota superiore all'80%. Il suo Moat è frutto dell’elevata expertise negli algoritmi di ricerca e del machine learning e dell’effetto network prodotto dalle sue numerose app (Google, Maps, Gmail, YouTube) che permette all’azienda di fidelizzare i suoi utenti e di attrarne di nuovi. Gli analisti apprezzano gli sforzi di Alphabet per crescere nel segmento del cloud e la sua attitudine alla ricerca di investimenti di lungo termine come Waymo, la società del gruppo che utilizza la tecnologia per creare autovetture a guida autonoma, e stima un fair value pari a 3.600 dollari (report aggiornato al 27 aprile 2022).

Beni di consumo ciclici

L’indice Morningstar US Consumer Cyclical ha ceduto il 15,4% da inizio anno a fine aprile (in euro). Durante la pandemia i consumatori hanno speso meno in servizi e più in beni di consumo, ma gli analisti di Morningstar prevediamo che con la normalizzazione della situazione sanitaria anche il comportamento di consumo delle famiglie americane tornerà alla normalità e in base alle loro previsioni di crescita economica nei prossimi anni vedono ampi margini di apprezzamento per le società nell’industria dei servizi.

Starbucks 

Starbucks è la più grande catena di caffè al mondo con un fatturato che ha sfiorato i 30 miliardi di dollari nel 2021. Gli analisti di Morningstar riconoscono all’azienda un Moat nella misura di Ampio per via della forza del suo marchio che le permette, nonostante l’elevata concorrenza nel settore, di ricavare margini di profitto superiori alla media e di scaricare sul consumatore finale eventuali incrementi dei costi di produzione, e anche di un vantaggio di costo frutto delle elevate economie di scala. Le previsioni per i prossimi cinque anni indicano un progresso medio dei ricavi dell’11% e una crescita dell’utile per azione del 12,2%.

Sabre 

Sabre è leader mondiale nella fornitura di servizi di prenotazione per le compagnie aeree e le agenzie di viaggio. Gli analisti di Morningstar sono convinti che la piattaforma per soluzioni di viaggio riuscirà a mantenere la sua posizione di leadership nei prossimi anni grazie anche alla sua forza nel fornire soluzioni tecnologiche a supporto dei vettori e delle agenzie viaggio, e assegnano all’azienda un Economic moat nella misura di Medio. Le previsioni per i prossimi cinque anni indicano una crescita media dei ricavi del 21% che permetterà a Sabre di tornare sui livelli di fatturato del 2019 nel 2025. Al momento il titolo è scambiato a un tasso di sconto di circa il 50% rispetto al fair value di 15 dollari (report aggiornato al 4 maggio 2022).

Di Francesco Lavecchia