Come fa un miliardario ad essere tale? Come fanno determinate persone a diventare miliardari? Non sono domande peregrine, ma anzi questioni che molte persone si pongono, anche perché i miliardari sono forse le persone (leviamo il forse) più invidiate del pianeta, ed il motivo è facilmente comprensibile.

L'enorme disponibilità finanziaria è infatti considerata una variabile importante. Chi ha molto denaro, anzi, moltissimo, può infatti fare molto, e la stragrande maggioranza dei problemi di cui sono assillate le persone "normali" sono molto più affrontabili con molto denaro a disposizione.

Sia come sia, i miliardari mondiali, a qualunque area geografica appartengano, sono sempre a capo di grandi imprese, multinazionali, imprese globali. A volte le hanno ereditate, ma moltissime altre le hanno create. Sono quindi imprenditori dotati di una smartness superiore a quella di tutti gli altri imprenditori, non parliamo delle persone "comuni".

Vediamo quindi chi siano, e quali siano le imprese che hanno creato, e come sia possibile investire, direttamente e indirettamente, in essi e nelle loro aziende.

Visualizziamo chi siano le persone più ricche del mondo

Più di 567 miliardi di dollari sono stati accumulati dalle 10 persone più ricche del mondo in meno di un anno. Per metterla in prospettiva, questa cifra è più di sette volte la ricchezza accumulata dai primi 10 nel periodo di tempo precedente. Come esempio, Elon Musk ha visto la sua ricchezza aumentare almeno del 500% nell'ultimo anno. Nel frattempo, Jeff Bezos di Amazon, ha guadagnato 68,6 miliardi di dollari in più.

Utilizzando i dati della Forbes Real-Time Billionaires List, vediamo come la ricchezza di vari gruppi di super-ricchi è cambiata dall'inizio della pandemia.

Con un patrimonio netto di 182 miliardi di dollari, Jeff Bezos è il più ricco del mondo. Dopo 26 anni, Bezos ha annunciato che avrebbe lasciato la carica di CEO di Amazon per diventare presidente esecutivo e concentrarsi su Blue Origin, tra le altre imprese. Questa azienda privata afferma che sta "aprendo la promessa dello spazio a tutti" e prevede di lanciare New Glenn, il suo primo razzo, nella seconda metà del 2022.

Sulla base dei dati al 1 marzo 2021 ecco i 10 individui più ricchi del mondo:

  1. Jeff Bezos di Amazon, $182B
  2. Elon Musk di Tesla, SpaceX, $164B
  3. Bernard Arnault e famiglia di LVMH, $157B
  4. Bill Gates di Microsoft, $124B
  5. Warren Buffett di Berkshire Hathaway, $95B
  6. Mark Zuckerberg di Facebook, $95B
  7. Larry Ellison di Oracle, $91B
  8. Larry Page di Google, $90B
  9. Sergey Brin di Google, $88B
  10. Daniel Gilbert di Quicken Loans, $83B 

Tutte queste società (tranne SpaceX) sono quotate, quindi è già direttamente possibile investire in esse sui mercati americani ed europei (LVMH).

Top 10 della crescita della ricchezza

Con uno sbalorditivo tasso di crescita del 1.172% su base annua, Daniel Gilbert, amministratore delegato della più grande società di prestiti ipotecari degli Stati Uniti, ha visto la sua ricchezza moltiplicarsi più velocemente. Gilbert, che ha fondato Quicken Loans a 22 anni, ha reso pubblica la sua società madre ad agosto. Di conseguenza nel 2020 è diventato molto più ricco.

Con il suo seguito di culto soprattutto a livello social, Elon Musk ha anche visto crescere enormemente la sua ricchezza (+565,4%). A un certo punto Musk ha persino superato brevemente Jeff Bezos come persona più ricca del mondo.

Questo è impressionante, dato che la ricchezza di Jeff Bezos è aumentata di oltre il 70% nello stesso periodo. Allo stesso modo, Zuckerberg (+72,9%), Gates (+26,7%) e Buffett (+40,9%) hanno tutti visto una crescita a due cifre.

Bernard Arnault ha visto la propria ricchezza crescere del + 106,3%, i due fondatori di Google del +78,4%, Larry Ellison del +53,6%.

Le donne più ricche del mondo

Abbiamo già dedicato un articolo specifico a questa categoria, correlato dei nomi delle persone e delle aziende che essere rappresentano, oltre che degli strumenti finanziari appositi oltre all'investimento diretto nelle azioni delle loro imprese. Trovate l'articolo qui.

Le persone più ricche della Cina

  1. Zhong Shanshan, fondatore e presidente della società di bevande Nongfu Spring, e proprietario di maggioranza della Beijing Wantai Biological Pharmacy Enterprise.
  2. Ma Huateng, il fondatore, presidente e amministratore delegato di Tencent, la società di maggior valore dell'Asia, una delle più grandi società di Internet e tecnologia, e uno dei più grandi conglomerati di investimento, gioco e intrattenimento del mondo.
  3. Colin Huang o Huang Zheng, il fondatore e CEO della società di e-commerce Pinduoduo, costituita nelle Isole Cayman. Huang è anche il proprietario di almeno altre 3 società a responsabilità limitata delle Cayman che possiedono ciascuna una quota del 7,7% di Pinduoduo.
  4. Jack Ma Yun, magnate degli affari, investitore e filantropo. È il co-fondatore ed ex presidente esecutivo di Alibaba Group, un conglomerato tecnologico multinazionale.
  5. Wang Wei, il fondatore e presidente di SF Express, una multinazionale di servizi di consegna e logistica con sede a Shenzhen.
  6. He Xiangjian, il co-fondatore di Midea, uno dei più grandi produttori cinesi di elettrodomestici.
  7. Qin Yinglin, magnate dell'agricoltura, l'agricoltore più ricco del mondo. È il presidente della società di allevamento di maiali Muyuan Foodstuff, la più grande del mondo.
  8. Ding Lei, noto anche come William Ding, il fondatore e CEO di NetEase (163.com), una delle più grandi aziende di Internet e di videogiochi del mondo.
  9. Yang Huiyan, sviluppatrice immobiliare che è l'azionista di maggioranza di Country Garden Holdings, una quota in gran parte trasferita a lei da suo padre Yang Guoqiang nel 2007.È la donna più ricca dell'Asia. 
  10. Xu Jiayin, o Hui Ka Yan in cantonese, presidente di Evergrande Group, uno sviluppatore immobiliare cinese.

Come le aziende prima citate, anche queste sono quotate, di solito sui mercati cinesi (Shangai e Shenzen), Hong Kong o quelli USA, come Alibaba e Tencent.

Le persone più ricche dell'India

  1. Mukesh Dhirubhai Ambani, presidente, amministratore delegato e maggiore azionista di Reliance Industries Ltd., una società di Fortune Global 500 e l'azienda indiana di maggior valore per valore di mercato. 
  2. Gautam Shantilal Adani, il presidente e fondatore del Gruppo Adani - un conglomerato multinazionale con sede a Ahmedabad coinvolto nello sviluppo e nelle operazioni portuali in India.
  3. Shiv Nadar, fondatore e presidente di HCL Technologies Limited, azienda tecnologica multinazionale specializzata in tecnologia dell'informazione, e della Shiv Nadar Foundation.
  4. Radhakishan S. Damani, il fondatore di DMart, la più grande catena indiana di ipermercati.
  5. Lakshmi Niwas Mittal, magnate dell'acciaio, con sede nel Regno Unito. È presidente e amministratore delegato di ArcelorMittal, la più grande azienda siderurgica del mondo.
  6. Uday Kotak, banchiere, e il vice presidente esecutivo e amministratore delegato della Kotak Mahindra Bank, il terzo più grande gruppo bancario privato dell'India.
  7. Cyrus S. Poonawalla, il presidente del Poonawalla Group, che comprende il Serum Institute of India, la principale azienda biotech indiana che produce vaccini.
  8. Kumar Mangalam Birla, il presidente del gruppo Aditya Birla, uno dei più grandi conglomerati industriali in India.
  9. Dilip Shanghvi, che ha fondato e dirige la Sun Pharmaceuticals, la principale azienda farmaceutica indiana.
  10. Sunil Bharti Mittal, il fondatore e presidente di Bharti Enterprises, il secondo più grande vettore di telecomunicazioni dell'India, che ha interessi diversificati in telecomunicazioni, assicurazioni, immobili, istruzione, centri commerciali, ospitalità, agroalimentare e altre imprese.

Come le aziende prima citate, svariate di queste sono quotate sul mercato di riferimento (tranne Adani e Aditya Birla), cioè quello indiano, con alcuni casi anche extra subcontinente, come ArcelorMittal, che è quotata a Parigi e New York.

Chi è dentro e chi è fuori?

Tra gli ultimi arrivati nel club dei miliardari c'è Whitney Wolfe Herd, CEO di Bumble a 31 anni. Wolfe Herd è la più giovane donna americana a portare una società in borsa, con l'IPO del febbraio 2021 che ha raccolto 2,2 miliardi di dollari. Bumble è la seconda più grande azienda di incontri ad andare in borsa dopo Match Group, che possiede 45 aziende di incontri tra cui Tinder.

Al contrario, la più giovane miliardaria dell'anno scorso, Kylie Jenner, è caduta dalla lista dopo aver presumibilmente gonfiato il suo valore netto. È interessante notare che i Kardashian hanno fatto di tutto per mostrare a Forbes l'entità della propria ricchezza, mostrando anche le loro dichiarazioni dei redditi insieme agli inviti a visitare le loro ville. Eppure, il valore netto della Jenner è di circa 700 milioni di dollari.

Una nuova età dorata?

Data la crescita sbalorditiva degli ultra-ricchi negli ultimi anni, la concentrazione di ricchezza di oggi è ora paragonabile all'età dorata americana degli anni '20 del secolo scorso.

A quel tempo, John D. Rockefeller era la persona più ricca del mondo; valeva circa 285 miliardi di dollari in termini attuali. I suoi affari producevano l'1,6% della produzione economica totale degli Stati Uniti. In confronto, Jeff Bezos, con 182 miliardi di dollari, ha ancora un po' di strada da fare.

I prodotti finanziari per investire nelle società dei miliardari

La comunità degli investitori è stata a lungo affascinata dall'abilità di scegliere le azioni di investitori miliardari come Warren Buffett o Carl Icahn.

Fino a poco tempo fa, il modo più semplice per accedere alle migliori idee di questi investitori rock star era quello di acquistare le loro holding, come la Berkshire Hathaway di Buffett.

A parte i singoli titoli, a cui si è già accennato, esistono chiaramente fondi ed ETF che investono seguendo non solo queste aziende, ma proprio queste persone.

Dando preferenza agli ETF per questioni di costi, due ottimi prodotti sono il Global X Guru ETF e l'AlphaClone Alternative Alpha. Entrambi gli ETF replicano strategie di hedge fund basate su dati di divulgazione pubblica.

Mentre il fascino di seguire famosi stock pickers può essere irresistibile, gli investitori in questi ETF dovrebbero essere consapevoli che i dati del modulo 13-F (dove sono pubblicati gli acquisti di azioni) vengono pubblicati solo ogni 90 giorni. Inoltre, ci vorrà del tempo perché gli ETF identifichino i cambiamenti nelle partecipazioni e si adeguino di conseguenza. Di conseguenza, c'è un ritardo sostanziale nel processo di costruzione di questi portafogli.

Il vantaggio di questi indici selettivi è che hanno dimostrato di battere il mercato generale in condizioni favorevoli. Per esempio, il secondo ETF è salito del 49,33%, contro un guadagno del 34,45% nell'SPDR S&P 500 ETF, l'anno scorso.