Si sono finalmente fatti progressi nei tentativi di liberare un'enorme nave container che stava bloccando il Canale di Suez da una settimana. Rimorchiatori, draghe ed escavatori sono riusciti a riportare a galla la Ever Given, stazzante 200.000 tonnellate, ed anche se la sua prua non è più bloccata bloccata nella riva del canale. Gli ingegneri sono riusciti a liberare completamente la nave.

Adesso la nave sosterà nel Grande Lago Amaro nel centro del canale per essere esaminata completamente prima di riprendere una vera navigazione. Questo significa che la fine della saga è finalmente avvenuta, con più di 360 navi in ritardo e il valore potenziale delle merci totali trattenuto fino a 9,6 miliardi di dollari.

Nei giorni scorsi, molte navi hanno deciso di non rischiare ulteriori ritardi e di aggirare il Canale di Suez navigando intorno al Capo di Buona Speranza, sulla punta meridionale dell'Africa. Per le navi che viaggiano tra l'Asia e l'Europa, questo comporta una deviazione di 5.500 miglia che richiede dai sette ai dieci giorni in più e una bolletta del carburante molto più alta.

Il fatto che le navi stiano facendo una tale deviazione sottolinea la loro importanza come linfa vitale del commercio globale. Con i riflettori puntati sul trasporto internazionale di container nell'ultima settimana, quali compagnie trasportano più carichi? L'industria non è un monopolio, e diversi attori chiave la dominano.

Una classifica in tempo reale di Alphaliner mostra che la danese APM Maersk ha la più grande flotta di navi container e la più alta capacità di container di qualsiasi compagnia di navigazione. Ha 713 navi in funzione alla fine di marzo 2021, con un TEU collettivo di 4,1 milioni.

TEU sta per twenty-foot equivalent unit, cioè un container standard di 6,1 metri di lunghezza. La compagnia di carico internazionale svizzera MSC ha la seconda più alta capacità di TEU con circa 3,9 milioni, mentre COSCO e CMA-CGM seguono con circa tre milioni ciascuno. Il proprietario della sfortunata Ever Given, la Evergreen Line, ha 197 navi nei suoi libri, con una capacità di 1,3 milioni di TEU.

I leader globali delle spedizioni marittime - Maersk

A.P. Møller - Mærsk A/S, nota anche semplicemente come Maersk, è una compagnia di navigazione integrata danese, attiva nel trasporto merci oceanico e interno, e nei servizi associati, come la gestione della catena di approvvigionamento e le operazioni portuali. Maersk è la più grande linea di navigazione di container e operatore di navi nel mondo dal 1996. La società ha sede a Copenaghen, in Danimarca, con filiali e uffici in 130 paesi e circa 83.000 dipendenti in tutto il mondo nel 2020.

È un'azienda familiare quotata in borsa (sia sul Nasdaq americano che a Copenaghen), in quanto la società è controllata dall'omonima famiglia Møller attraverso delle holding. Nel settembre 2016, Maersk Group ha annunciato che si stava dividendo in due divisioni separate: Transport & Logistics, e Energy. Il fatturato annuo 2018 della società è stato di 39 miliardi di dollari. Nel 2020 Forbes Global 2020, Møller-Maersk è stata classificata come la 622° società pubblica più grande del mondo.

Mediterranean Shipping Company

Mediterranean Shipping Company S.A. (MSC) è una compagnia di navigazione internazionale svizzero-italiana. La compagnia opera in tutti i principali porti del mondo. È la seconda linea di navigazione più grande del mondo in termini di capacità di navi container. E' privata, quindi non quotata su nessun mercato, ma fa parte degli investimenti di private equity sulle spedizioni di ogni investitore privato che si rispetti, come Blackstone e Carlyle.

Alla fine di marzo 2021, MSC operava 589 navi container con una capacità di carico di 3,9 milioni di unità TEU. Ha una divisione chiamata MSC Crociere che si concentra sulle crociere per vacanza. MSC Crociere, a sua volta, oltre ad essere la più grande compagnia crocieristica privata del mondo, con circa 23.500 dipendenti in tutto il mondo e con uffici in 45 paesi nel 2017, è la quarta compagnia crocieristica più grande del mondo, dopo Carnival Corporation & plc, Royal Caribbean Group e Norwegian Cruise Line Holdings, con una quota del 7,2% di tutti i passeggeri trasportati.

COSCO group

China COSCO Shipping Corporation Limited, abbreviato in COSCO Shipping, è un conglomerato multinazionale cinese con sede a Shanghai. Il gruppo è focalizzato sui servizi di trasporto marittimo. COSCO Shipping è stata fondata nel gennaio 2016 dalla fusione di COSCO Group e China Shipping Group. A marzo 2021, la flotta della società era tra le più grandi al mondo - 501 navi, con una capacità di più di 3 milioni di TEU.

Anche Cosco Group non è (ancora) quotato. Per questa società valgono le stesse cose appena dette per MSC.

CMA CGM Group

La CMA CGM S.A. è una compagnia di trasporto e spedizione di container francese. È un gruppo marittimo leader a livello mondiale, che utilizza 257 rotte marittime tra 420 porti in 160 paesi diversi, piazzandosi al quarto posto dopo Maersk Line, MSC e COSCO Shipping Lines. La sua sede centrale è a Marsiglia, e la sua sede nordamericana è a Norfolk, Virginia, Stati Uniti.

Il nome è un acronimo di due compagnie precedenti, Compagnie Maritime d'Affrètement (CMA) e Compagnie Générale Maritime (CGM). Anche loro sono un gruppo privato, non quotato, per cui vale quanto detto prima. 

Hapag-Lloyd

Hapag-Lloyd AG è una società tedesca di spedizioni internazionali e trasporto di container. Attualmente è il quinto più grande trasportatore di container al mondo in termini di capacità delle navi. La compagnia è stata formata il 1° settembre 1970 dalla fusione di due compagnie tedesche di trasporto marittimo, Hamburg-American Line (HAPAG), che risaliva al 1847, e Norddeutscher Lloyd (NDL) o North German Lloyd (NGL), che è stata formata nel 1857.

Dalla sua formazione, Hapag-Lloyd ha visto cambiamenti tra i suoi azionisti, e ha anche subito una serie di fusioni con altre compagnie. Per esempio, Hapag-Lloyd è stata completamente acquisita da TUI AG di Hannover e ne è diventata una filiale nel 1998. Questo importante evento è stato seguito dalla vendita da parte di TUI di una quota di maggioranza di Hapag-Lloyd a investitori privati ad Amburgo nel 2009, e da ulteriori vendite nel 2012.

Altri eventi importanti nella storia della compagnia includono l'acquisizione da parte di Hapag-Lloyd di CP Ships nel 2005, così come la fusione di Hapag-Lloyd con il business dei container di CSAV nel 2014, e United Arab Shipping Company nel 2017.

Attualmente, le azioni della compagnia sono di proprietà di diversi investitori pubblici e privati, con la quota maggiore controllata da Kühne Holding AG, seguita da CSAV. La società è quotata sulla borsa di Francoforte.

ONE (Ocean Network Express)

Ocean Network Express Pte. Ltd. è una compagnia di navigazione per container con sede a Singapore e Tokyo e di proprietà congiunta delle compagnie di navigazione giapponesi Nippon Yusen Kaisha, Mitsui O.S.K. Lines e K Line. È stata costituita nel 2016 come joint venture, ereditando le operazioni di spedizione di container delle sue società madri. A marzo 2021 ha una flotta combinata di 1,6 milioni di TEU. E' una società privata.

Evergreen Line

Evergreen Marine Corporation, quotata al London Stock Exchange, è una società taiwanese di trasporto e spedizione di container con sede nel distretto di Luzhu, città di Taoyuan, Taiwan.

Le sue principali rotte commerciali sono l'Asia orientale verso il Nord America, l'America centrale e i Caraibi; l'Asia orientale verso il Mediterraneo e l'Europa settentrionale; l'Europa verso la costa orientale del Nord America; l'Asia orientale verso l'Australia; l'Asia orientale verso l'Africa orientale e meridionale; l'Asia orientale verso il Sud America; e un servizio intra Asia che collega i porti dell'Asia orientale al Golfo Persico e al Mar Rosso.

Con 198 navi container, fa parte del conglomerato Evergreen Group di imprese di trasporto e aziende associate (le altre sono nell'ambito dell'hotellerie, con operazioni a Taiwan, in Cina, Thailandia, Malesia e Francia).

HMM

HMM, precedentemente conosciuta come Hyundai Merchant Marine, è l'ottava linea di container più grande al mondo in termini di capacità delle navi, ed è il braccio di spedizioni della conglomerata sudcoreana Hyundai.

La HMM movimenta la maggior parte delle esportazioni della Corea del Sud, ed è diventata il numero uno dei vettori nazionali coreani di container, soprattutto da quando la Hanjin Shipping è stata dichiarata fallita e ne è stata ordinata la liquidazione. A partire dal 2020, la HMM ha costruito e varato le due più grandi navi container del mondo in termini di capacità TEU, la HMM Algeciras con una capacità massima di 23.964 TEU, e la HMM Copenhagen con una capacità massima di 23.820 TEU. E' quotata sulla borsa di Seul.

Yang Ming Marine Transport Corporation

Yang Ming Marine Transport Corporation è una compagnia privata di navigazione oceanica taiwanese con sede a Keelung, Taiwan (ROC). La compagnia è stata fondata nel 1972 come linea di navigazione, ma ha legami storici attraverso la sua fusione con la China Merchants Steam Navigation Company (1872 - 1995), che risale alla dinastia Qing. Yang Ming opera attualmente 88 navi container fino a 14.000 unità equivalenti a venti piedi (TEU), e 17 portarinfuse.

A marzo 2021, Yang Ming operava una flotta di oltre 4,2 milioni di D.W.T, con capacità operativa di 625 mila TEU, di cui le navi container sono la principale forza di servizio. Il gruppo Yang Ming comprende un'unità logistica (Yes Logistics Corp. e Jing Ming Transport Co.), terminal container a Taiwan, in Belgio, Paesi Bassi e Stati Uniti, nonché servizi di stivaggio (Porto di Kaohsiung, Taiwan). La portata del servizio di Yang Ming copre oltre 70 nazioni con più di 170 punti di servizio.

ZIM

Zim Integrated Shipping Services Ltd., comunemente nota come ZIM, è una compagnia di navigazione israeliana di trasporto merci internazionale a capitale pubblico, quotata al NYSE, e uno dei primi 10 vettori globali (il decimo). La sede della società è ad Haifa, Israele; ha anche una sede nordamericana a Norfolk, Virginia. Nata nel 1945, ZIM è quotata alla Borsa di New York dall'inizio del 2021. Dal 1948 al 2004, è stata quotata come ZIM Israel Navigation Company.

Come investire sul trasporto marittimo

La prima scelta, immediata e più logica, è quella di acquistare i titoli delle società pubbliche della lista appena evidenziata. la seconda, meno immediata, è di comprare i titoli di società come Blackstone, Carlyle ed Apollo Global Management, che tra i loro investimenti privati hanno anche esposizioni alle società citate.

La terza è quella di acquistare strumenti finanziari come fondi e/oo ETF che siano concentrati sul settore trasporti, in cui sia incluso anche quello marittimo, o sia prevalente. Per esempio l'SPDR S&P Transportation ETF. Si tratta un ETF multi-capitale che segue l'indice S&P Transportation Select Industry, investendo sia in titoli di crescita che di valore.

Il fondo si rivolge a società di trasporto aereo e logistica, compagnie aeree, servizi aeroportuali, autostrade e ferrovie, marine, porti e servizi marittimi, ferrovie e autotrasporti. Questo ETF ha un'esposizione significativa alle small cap, il che significa che può essere più volatile di un tipico ETF che detiene grandi titoli.

Un investimento innovativo può essere quello nel Global X Logistics J-REIT ETF. L'ETF mira a collegarsi al Tokyo Stock Exchange REIT Logistics Focus Index. Questo indice è composto da REIT (fondi immobiliari scambiati come azioni) specializzati nell'investimento in strutture logistiche, e mira a catturare la crescita dei magazzini logistici, che stanno vedendo una domanda crescente in linea con la rapida crescita dello shopping online, shopping che è trasportato per l'80% via mare, quindi in maggior parte dalle società sopra citate.

Infine c'è un ETF specifico per il trasporto marittimo, largamente usato come un benchmark per l'attività dell'intero settore (che ricordiamo è stato colpito parecchio dal calo del commercio globale durante la pandemia, ma che con la veloce risoluzione di quest'ultima entro l'estate, vedrà una piena ripresa già nel secondo semestre dell'anno, e chiaramente negli anni a venire).

Si tratta del Breakwave Dry Bulk Shipping ETF. L'ETF fornisce un'esposizione lunga al mercato dei trasporti di merci attraverso un portafoglio di contratti futures sui noli a scadenza ravvicinata. Si tratta del primo e unico prodotto futures sul trasporto merci negoziato in borsa che si concentra esclusivamente sul trasporto di merci, una parte strumentale del mercato globale delle materie prime e lavorate, non correlata ad altre attività principali.