Nella sua più recente lettera annuale, Warren Buffett ha detto che "le obbligazioni non sono il posto dove stare in questi giorni". Gli investitori si trovano di fronte al difficile compito di generare abbastanza reddito affidabile di fronte a tassi di interesse record-bassi. Come fare a farlo se il loro principale strumento non sembra più così adatto al principale e più famoso investitore mondiale?

Buffett ha poi proseguito affermando che la debolezza dei rendimenti del Tesoro americano e i tassi di interesse negativi in altre economie sviluppate hanno spinto il mercato del reddito fisso in una bolla.

Questo ha lasciato coloro che hanno bisogno di un reddito affidabile in un vicolo cieco, come Buffett ha continuato a dire:

Gli investitori a reddito fisso in tutto il mondo - che si tratti di fondi pensione, compagnie di assicurazione o pensionati - si trovano di fronte a un futuro tetro.

Possono prestare a mutuatari altamente rischiosi (come all'epoca dei subprime? Vade retro!) e rischiare di perdere il capitale di cui hanno bisogno, o possono rimanere indietro rispetto all'inflazione in un'era di tassi di interesse reali negativi. In entrambi i casi, c'è una perdita netta per i risparmiatori.

Siamo d'accordo con Buffett che la stragrande maggioranza delle obbligazioni sono molto poco attraenti in questo momento. Tuttavia, i bassi tassi di interesse non sono l'unica ragione per cui le obbligazioni siano rischiose, e lasciano i pensionati con un "futuro tetro". Vediamone altre.

Inflazione in aumento

L'inflazione è molto probabilmente diretta verso l'alto. L'inflazione dovrebbe quasi quadruplicare su base annua nel 2021, e potrebbe essere diretta ancora più in alto da lì, dato che l'economia continua la sua ripresa e il pieno impatto del massiccio stimolo economico da parte del governo americano (il più importante economicamente, quello con più mezzi e la volontà politica per metterli in pratica) si fa sentire in tutta l'economia (prima statunitense, e dopo mondiale).

Con la Federal Reserve che si è impegnata a mantenere i tassi di interesse a livelli vicini allo zero almeno fino al 2023, anche se l'inflazione sta salendo, i tassi di interesse reali sono virtualmente garantiti per essere chiaramente in rosso, il che significa che le obbligazioni a basso rischio eroderanno la ricchezza degli investitori durante quel periodo.

Le parole di Powell, nelle dichiarazioni dopo il meeting della scorsa settimana, sono infatti state le seguenti.

"L'inflazione complessiva rimane al di sotto del nostro obiettivo a lungo termine del 2%. Nel corso dei prossimi mesi, le misure di inflazione a 12 mesi si muoveranno verso l'alto man mano che le letture molto basse di marzo e aprile dell'anno scorso cadranno fuori dal calcolo. Oltre a questi effetti di base, potremmo anche vedere una pressione al rialzo sui prezzi se la spesa rimbalza rapidamente mentre l'economia continua a riaprire, in particolare se i colli di bottiglia dell'offerta limitano la velocità con cui la produzione può rispondere nel breve termine.

Tuttavia, questi aumenti dei prezzi una tantum avranno probabilmente solo effetti transitori sull'inflazione. La mediana dell'inflazione dei partecipanti al FOMC è del 2,4% quest'anno, e scende al 2% l'anno prossimo prima di risalire alla fine del 2023."

"Il FOMC cerca di raggiungere la massima occupazione e l'inflazione al tasso del 2% nel lungo periodo. Con un'inflazione persistentemente al di sotto di questo obiettivo di lungo periodo, il Comitato mirerà a raggiungere un'inflazione moderatamente superiore al 2% per qualche tempo, in modo che l'inflazione sia in media al 2% nel tempo e le aspettative di inflazione a lungo termine rimangano ben ancorate al 2%."

Come difendere i risparmi dall'inflazione

Tecnicamente ci sono solo due modi, uno passio ed uno attivo. Il primo, quello definibile come passivo, consiste nell'investire i propri risparmi in titoli indicizzati all'inflazione, come il BTP Italia nostrano, i TIPS americani, i Gilt-i britannici, o gli equivalenti francesi e tedeschi.

Ovviamente questi sono titoli governativi. Se non si volesse decidere una nazione in particolare, ci si può rivolgere al secondo metodo, più attivo, cioè un fondo od un ETF che faccia il lavoro per noi, scegliendo lui i titoli migliori. Di esempi ce ne sono a bizzeffe, ma possiamo farne qualcuno per dare un'idea. E siccome noi siamo europei ed investiamo in euro, ci focalizzeremo sugli ETF (più economici) che investono nel debito europeo.

Ecco quindi l'Amundi ETF Euro Inflation, a replica sintetica sui 39 titoli sottostanti emessi dai governi europei. Oppure l'iShares € Inflation Linked Gov Bond, invece a replica fisica, ma a campione, sui 37 titoli sottostanti (che quindi non avrà tutti). O ancora il Lyxor Euromts Inflation Linked, che è invece a replica fisica completa, cioè detiene tutti i 35 titoli sottostanti.

Volendo andare sui prodotti esteri, e volendo rischiare sul cambio, il miglior ETF sui TIPS potrebbe essere lo SPDR Portfolio TIPS ETF, che investe su tutto l'universo dei titoli americani indicizzati all'inflazione. Per i Glit-i, un buon prodotto è sempre quello di iShares, l'iShares GBP Index-Linked Gilts UCITS ETF, ma è ancora migliore e meno costoso quello di Lyxor, il Lyxor Core FTSE Actuaries UK Gilts Inflation-Linked DR UCITS ETF.

Concorrenza sempre più allettante

Oltre alla proposta poco allettante costituita dalle obbligazioni in questo momento, le alternative sicure sembrano più attraenti che mai.

Questo folle scenario di legare deliberatamente il denaro in un'attività che è virtualmente garantita di distruggere il potere d'acquisto rispetto alle alternative che probabilmente terranno il passo con - o addirittura supereranno - l'inflazione è stato recentemente etichettato come "economia stupida" da Ray Dalio, gestore del più grande hedge fund del mondo, Bridgewater Associates.

Invece, gli investitori hanno più probabilità di trarre profitto da investimenti in alternative di rifugio (più) sicuro come l'oro (SPDR Gold Trust ETF), l'argento (iShares Silver Trust ETF), o magari anche le criptovalute come il Bitcoin o l'Ethereum, che sono ora sempre più adottate da grandi aziende come Tesla, Square, Mastercard, e Visa, e promosse da gestori di fondi emergenti come Cathie Wood di ARK Invest con il suo ARK Innovation ETF, di cui abbiamo parlato in questo nostro articolo, solo uno di una serie, sull'innovazione.

Come si può vedere da qualunque grafico liberamente disponibile su Internet, Bitcoin, Ethereum, ed i due ETF su oro e argento hanno tutti significativamente sovraperformato le obbligazioni nel corso dell'ultimo anno e, in particolare nel caso dei metalli preziosi, che sono sottovalutati sulla base di numerose metriche storiche anche se il contante viene stampato forsennatamente dalle banche centrali, questa tendenza è probabilmente appena iniziata.

Debito record

Come illustra qualunque grafico sul debito, il debito degli Stati Uniti e di tutte le altre nazioni, Italia compresa, a livello governativo, aziendale e familiare rispetto al PIL sono tutti ai massimi storici o molto, molto vicini.

Questo significa che la sicurezza fondamentale di questo debito è in uno dei suoi punti più deboli della storia, rendendo la sicurezza delle obbligazioni molto debole anche se i tassi di interesse segnalano che la loro sicurezza non è mai stata così grande.

Dove investire invece

Con così poco da apprezzare delle obbligazioni in questo momento, dove si dovrebbe investire invece? Crediamo che un'allocazione intelligente a strumenti fiscalmente vantaggiosi come REIT, BDC e MLP possa fornire un'interessante soluzione adeguata al rischio per gli investitori con la forza d'animo di resistere alla volatilità del mercato, e vivere solo di reddito da investimento.

Per chi fosse scevro di conoscenza, un REIT è una società che possiede, gestisce o finanzia beni immobili che generano reddito. Sul modello dei fondi comuni di investimento, i REIT mettono in comune il capitale di numerosi investitori. Questo rende possibile agli investitori individuali di guadagnare dividendi da investimenti immobiliari, senza dover comprare, gestire o finanziare loro stessi le proprietà.

I BDC sono veicoli la cui attività principale è quella di investire, prestare capitale o fornire servizi a società private o a società pubbliche poco scambiate in borsa.

Gli MPL sono un'impresa commerciale che esiste sotto forma di una società a responsabilità limitata quotata in borsa. Combinano i vantaggi fiscali di una partnership privata (i profitti sono tassati solo quando gli investitori ricevono le distribuzioni) con la liquidità di una società quotata in borsa.

Tuttavia, non tutti i REIT, BDC o MLP vanno bene. Gli investitori che vogliono un reddito attraente e affidabile devono assolutamente insistere su una combinazione di almeno tre ingredienti in questi titoli, oltre che, obbligatoriamente, parlarne con i propri consulenti d'investimento:

  1. Forte bilancio (investment grade come minimo);
  2. Modello di business durevole (ha dimostrato di resistere alle recessioni in passato e non deve affrontare significative minacce imminenti dirompenti);
  3. Un track record di distribuzioni sicure e in crescita;

Tre nomi per questi strumenti? Vanguard Real Estate ETF per i REIT, Global X MLP ETF per le MLP, VanEck Vectors BDC Income ETF per le BDC. Ma ce ne sono molti altri. Il vostro consulente saprà indicarvi quelli giusti per voi.

Warren Buffett ha ragione: le obbligazioni non sono buone (almeno per il momento) e lasciano gli investitori che seguono l'approccio finanziario tradizionale con un futuro tetro. Tuttavia, esplorando veicoli di investimento alternativi come REIT, BDC e MLP, ed essendo selettivi nelle loro scelte, gli investitori possono ancora generare un reddito sufficiente che non solo soddisfa le loro spese oggi, ma crescerà nel tempo con l'inflazione per preservare il loro potere d'acquisto negli anni a venire.