HeidelbergCement e Holcim pagano in Borsa la colpa di non essere sostenibili. Al momento i due titoli sono scambiati a un rapporto EV/EBITDA (Valore di impresa/Margine operativo lordo) inferiore a 6,2, ben al di sotto del valore medio storico, e sono scontati rispettivamente del 30% e del 20% rispetto al fair value. Gli analisti di Morningstar ritengono che gli investitori siano stati troppo frettolosi nell’uscire dal settore del cemento per ragioni legate alla sostenibilità del business e alle preoccupazioni relative al prezzo delle emissioni di carbonio.

“Le due società si sono già mosse nella direzione di ridurre la produzione di CO2 e stanno investendo per migliorare ulteriormente questo aspetto nei prossimi anni. Inoltre, entrambe le aziende hanno bilanci solidi e utilizzeranno la loro liquidità per operazioni di M&A strategiche che le permetteranno di diversificare il business limitando il peso delle attività del cemento. Holcim ha già iniziato a farlo e ne è la dimostrazione l’acquisizione di Firestone Buildin Products conclusasi quest’anno”, dice Matthew Donen analista azionario di Morningstar.

Perché investire su questi due titoli

Gli analisti individuano in Holcim e HeidelbergCement le migliori idee di investimento nel settore per via del loro interessante rendimento atteso, frutto non solo della crescita futura degli utili ma anche del prezioso contributo della cedola e dei buyback.

Le previsioni relative all’evoluzione del fatturato di Holcim indicano un progresso medio del 4,7% nei prossimi cinque anni, spinto dalla ripresa dell’attività dopo la pandemia, dall’aumento dei prezzi e dal prezioso contributo prodotto dall’integrazione di Firestone Building Products che le garantisce l’esposizione al business dell’efficientamento energetico degli edifici (report aggiornato all’uno dicembre 2021). Nel caso di HeidelbergCement le aspettative sui ricavi sono invece legate alla crescita del Pil delle principali regioni in cui è attiva come Stati Uniti ed Europa (report aggiornato al due dicembre 2021). Inoltre, Holcim offre un dividend yield di circa il 4%, il doppio rispetto alla media delle aziende del settore manifatturiero in Europa, mentre HeidelbergCement ha remunerato gli azionisti nel 2021 con un piano di riacquisto di azioni proprie che verrà completato nel 2023.

Di Francesco Lavecchia