Con i nostri portafogli che hanno segnato venerdì scorso i nuovi massimi del 2021, prosegue la nostra ricerca verso società sottovalutate, con dividendi in costante aumento e potenziali elevati per i prossimi anni. Nonostante i recenti record in borsa, esistono ancora sul mercato diverse opportunità di investimento che offrono quotazioni e fondamentali a sconto. Come abbiamo più volte evidenziato, piuttosto che di "mercato azionario" è più corretto parlare di "mercato di azioni", nel senso che anche in un mercato complessivamente sopravvalutato come quello attuale ci sono sempre singole occasioni di investimento attraenti. In particolare, la nuova società farmaceutica che entra oggi nel nostro portafoglio Top Analisti produrrà da subito ulteriori 102 dollari annui di dividendi, contribuendo in questo modo alla lunga corsa verso una rendita passiva crescente, sulla strada della indipendenza finanziaria, ovvero quel punto in cui le entrate complessive generate dai dividendi riusciranno a coprire interamente le uscite mensili, permettendo di vivere senza dover più lavorare. Secondo le nostre valutazioni basate sul metodo del Dividend Discount Model, la società di cui parliamo oggi risulta sottovalutata di quasi il 20% rispetto al suo valore intrinseco. Il dato viene supportato dalle valutazioni degli analisti che seguono la società e che attribuiscono un rating STRONG BUY e un potenziale medio pari a +26,88% dalle attuali quotazioni di borsa.

Il titolo è da tempo al centro dell'attenzione da parte dei grandi investitori internazionali. Tra tutti, spicca Warren Buffett, considerato come uno dei più autorevoli Guru a Wall Street, che ha recentemente inserito questo leader farmaceutico nel suo portafoglio, con un investimento da 2,3 miliardi, ad un prezzo medio di carico superiore di quasi il 10% rispetto alle attuali quotazioni di borsa del titolo. La decisione di Buffett di puntare sulla società viene monitorata con attenzione da parte degli investitori, considerate le performance record ottenute dalla sue scelte negli ultimi decenni. Nelle scorse settimane Buffett ha pubblicato la consueta lettera agli azionisti di Berkshire Hathaway (BRK-A), la cassaforte che contiene tutti i suoi investimenti. Berkshire è attualmente il titolo quotato a Wall Street con il valore più elevato: una sola azione BRK-A vale oggi 394701 dollari, contro appena 6,5 dollari per azione del 1965. In questa lettera Buffett ha pubblicato una tabella riepilogativa delle performance ottenute ogni anno dalla società, da cui risulta un rendimento record del 20% annuo composto per 56 anni consecutivi, contro 10,2% dell'indice S&P500 nello stesso periodo.

Ma non solo Buffett ha una visione positiva su questa società: altri importanti e autorevoli investitori a Wall Street del calibro di Mark Hillman, Harry Burn, Prem Watsa, Lee Ainslle e Thomas Russo, hanno incrementato gli investimenti su questa società negli ultimi mesi. In sintesi, grazie alle temporanea debolezza del titolo in borsa abbiamo la possibilità di investire oggi su questa azienda farmaceutica ad elevato dividendo, comprando ad un prezzo inferiore rispetto a quanto pagato da Buffett e dai maggiori investitori internazionali. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,1% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 18,3 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,8. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +7,5% (4,4% target medio analisti +3,1% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 11 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Nuovo BUY - 11 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e forte sconto in borsa. La società farmaceutica preferita dai grandi investitori internazionali

Descrizione del business: Fondata nel 1891 ed oltre 71.000 dipendenti, questa società opera in oltre 66 paesi del mondo, attraverso due segmenti, farmaceutico e salute degli animali. Il segmento farmaceutico offre prodotti farmaceutici per la salute umana nei settori dell'oncologia, dell'assistenza acuta ospedaliera, dell'immunologia, delle neuroscienze, della virologia, cardiovascolare, del diabete, della salute delle donne, e dei prodotti vaccinali. Il segmento salute animale scopre, sviluppa, produce e commercializza una gamma di prodotti farmaceutici veterinari, vaccini e servizi di gestione sanitaria, nonché una gamma di prodotti di identificazione, tracciabilità e monitoraggio tramite connessioni digitali. L'azienda ha collaborazioni con alcune delle maggiori case farmaceutiche a livello globale. Serve grossisti, farmacie, ospedali, agenzie governative, medici, informatori medici, veterinari e produttori di animali.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con 11 anni consecutivi di aumento dei dividendi. Il dividendo attuale è pari al 3,5% annuo, con un Payout pari al 53%. Negli ultimi 3 anni il dividendo è cresciuto del 9,4% annuo composto. Ipotizzando un proseguimento del trend a questi ritmi, tra dieci anni il dividendo potrebbe attestarsi su valori vicini al 10% annuo.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 8,6% annuo composto. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili pari al 8,7% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 10,2 volte gli utili attesi per il 2021. La capitalizzazione attuale è pari a 188 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 3,9 volte.

Performance in borsa: Dal 1972 ad oggi  il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +3356% (fonte Morningstar). Nonostante i buoni risultati ottenuti, il titolo quota ora ad un livello inferiore del 19% rispetto ai massimi toccati a dicembre 2019, creando una interessante finestra di ingresso per nuovi investimenti.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 13 analisti e broker che seguono il titolo è pari a STRONG BUY (1,46), su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un potenziale pari a +26,8% per i prossimi 6-12 mesi, a cui si aggiunge il dividendo pari a 3,5%, per un Total Return previsto di +30,3%.

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

  1. Dividendo attuale per azione: 2,6 dollari
  2. Stima di crescita futura del dividendo: 7% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita effettiva del 9,4% annuo, ottenuto dalla società negli ultimi 3 anni
  3. Tasso di sconto applicato: 10% annuo

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 92,73 dollari. Sulla base delle ultime quotazioni di borsa pari a 74,6 dollari, il titolo presenta uno sconto pari al 19,5% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste considerazioni, inseriamo oggi questa nuova società nel nostro portafoglio Top Analisti.

Portafoglio ETF Italia

Descrizione portafoglio ETF Italia: Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Movimenti di oggi per il portafoglio ETF Italia

ETF caldi (interessanti per coloro che iniziano a costruire un portafoglio o per accumulare su posizioni già presenti): L&G Cyber Security UCITS ETF, quotato a Milano con simbolo ISPY.MI e codice Isin IE00BYPLS672, presente nel portafoglio ETF Italia. Segue analisi dettagliata dell'ETF.

Il Boom della sicurezza informatica - ETF leader per performance nel nostro portafoglio

La scorsa settimana è stata caratterizzata da un forte rialzo per il nostro portafoglio ETF Italia, con un guadagno complessivo pari a +3% in sole cinque sedute. In particolare, 20 dei 23 ETF che compongono attualmente il modello hanno chiuso con segno positivo, lasciando in negativo solamente i fondi obbligazionari, penalizzati dal rialzo dei tassi, in atto già da qualche settimana sul mercato americano, in seguito ai timori per una ripresa dell'inflazione. Al primo posto per guadagno torna il settore tecnologico, con L&G Cyber Security UCITS ETF, simbolo ISPY.MI, fondo settoriale nel campo della sicurezza informatica, che evidenzia un incremento settimanale pari a +8%, portando il guadagno complessivo pari a +104,8% dal nostro inserimento il portafoglio, e riportandosi vicino ai massimi toccati a fine gennaio 2021. Dopo questo rialzo questo ETF si conferma al primo posto per performance nel nostro portafoglio ETF Italia.

Come abbiamo già segnalato nelle scorse edizioni, il settore della sicurezza informatica è uno dei temi di maggiore attualità. Il mondo è sempre più connesso e tutto ormai sta viaggiando online. Dai dati sul cloud, alle transazioni finanziarie, dal boom del commercio elettronico, alla automazione della casa, dai sistemi militari di difesa, alla erogazione di servizi, energia e alla gestione di complessi archivi governativi. L'aumento esponenziale dell'utilizzo della rete sta creando un forte aumento dei sistemi di protezione dei dati e della sicurezza informatica. La sicurezza informatica è diventata una delle massime priorità per le società e i governi di tutto il mondo e il motivo è chiaro: con il passaggio al digitale, le imprese si affidano più che mai a Internet per una serie infinita di funzioni. Le frequenti notizie di violazioni dei sistemi di sicurezza e di attacchi di alto profilo dimostrano che tutti sono vulnerabili: persone, imprese e persino i governi. Negli ultimi anni, gli attacchi informatici hanno colpito organizzazioni di ogni tipo, da partiti politici statunitensi a operatori di telefonia mobile.

In tutto il mondo la spesa per la sicurezza informatica supererà i 1,000 miliardi di dollari nel prossimo quinquennio. Se nel 2004 il mercato mondiale della sicurezza informatica valeva 3,5 miliardi di dollari, nel 2019 aveva raggiunto i 150 miliardi: un aumento di oltre 40 volte. Secondo Nomisma, il mercato della sicurezza informatica costa alle aziende 400 miliardi di dollari l’anno, con enormi investimenti nel settore previsti per i prossimi anni. International Data Corporation (IDC) ha calcolato che i fatturati globali a livello mondiale per il settore della sicurezza informatica supereranno la cifra record di 200 miliardi entro il 2023, con una crescita di oltre il 10% annuo composto. Nonostante il forte progresso ottenuto, il fondo risulta ancora interessante per nuovi investimenti, in una prospettiva di crescite superiori di questo settore nei prossimi anni. Attualmente, il portafoglio del fondo è composto da 55 società del settore. Considerata la maggiore volatilità del comparto, questo ETF si adatta ad acquisti dilazionati, in un'ottica di accumulo nel lungo termine.