Negli ultimi 12 mesi, la performance dei titoli della ristorazione sul NYSE va dal 90% al -21%. Il ritorno medio per le azioni dei ristoranti è stato del 16,8%, sottoperformando il 23,8% del NYSE Composite nello stesso periodo. L'esecuzione di un ecosistema digitale è stato un grande driver di valore per i migliori performer della lista, e questo è un punto da sottolineare, reso ancor più evidente dalla pandemia.

Azioni della ristorazione sul NYSE

I ristoranti, probabilmente più di altri settori, hanno dovuto adattarsi rapidamente a un paesaggio nuovo e irriconoscibile durante la pandemia. E il livello di preparazione verso condizioni avverse e imprevedibili si riflette negli ultimi 12 mesi nella performance del prezzo delle azioni dei 18 titoli dei ristoranti sul NYSE.

La performance di questo paniere di azioni va da un massimo del 90% a un minimo del -21%.

Le aziende che hanno premiato gli azionisti sono all'avanguardia delle tendenze del settore, avendo scommesso molto (e vinto) su un ecosistema più digitale, attraverso concetti come programmi di adesione, cucine fantasma, consegne e vendite mobili.

Vincitori e perdenti

La vasta divisione della performance dei prezzi delle azioni soffre di un qualcosa che possiamo definire come "la sindrome di Davide e Golia", in quanto le aziende più grandi, e con tasche più profonde, hanno avuto la possibilità di investire in iniziative moderne.

I primi cinque titoli più performanti hanno una capitalizzazione di mercato media di 14 miliardi di dollari, mentre gli ultimi cinque possiedono una media di 630 milioni di dollari.

Quali sono questi titoli. Vediamoli, distinti per nome, performance negli ultimi 12 mesi, e capitalizzazione di mercato in milioni di dollari.

Brinker International, Inc. 90.85% $3,120; Shake Shack, Inc. 88.63% $4,970; Chipotle Mexican Grill, Inc. 70.19% $40,580; Yum China Holdings, Inc. 37.53% $25,090; Luby's, Inc. 32.92% $98; Darden Restaurants, Inc. 28,26% $17,900; Flanigan's Enterprises, Inc. 16.10% $44; Yum! Brands, Inc. 6.18% $31,060; Biglari Holdings Inc. 2.90% $356.

Quelli erano quelli con le performance positive. Adesso vediamo quelli con le performance negative. Cannae Holdings, Inc. -1,87% $3.420; McDonald's Corporation -1,88% $153.690; Restaurant Brands International, Inc. -2,81% $27,580; Aramark -4,82% $9,650; J. Alexander's Holdings, Inc. -6,12% $131; Dine Brands Global, Inc -9.25% $1,330; Biglari holdings (Classe A) -10.20% $363; Drive Shack Inc. -11.82% $238; Arcos Dorados Holdings Inc. -21.23% $1.100.

I protagonisti, nel bene e nel male - parte prima

Brinker International, Inc., insieme alle sue consociate, possiede, sviluppa, gestisce e concede in franchising ristoranti casual dining negli Stati Uniti e a livello internazionale. Al 24 giugno 2020, possedeva, gestiva o concedeva in franchising 1.663 ristoranti, tra cui 1.610 ristoranti con il marchio Chili's Grill & Bar e 53 ristoranti con il marchio Maggiano's Little Italy. L'azienda è stata fondata nel 1975 e ha sede a Dallas, Texas.

Shake Shack Inc. possiede, gestisce e concede in licenza i ristoranti Shake Shack (Shacks) negli Stati Uniti e a livello internazionale. Al 30 dicembre 2020, operava 311 Shack. Shake Shack Inc. è stata fondata nel 2001 e ha sede a New York, New York.

Chipotle Mexican Grill, Inc. insieme alle sue controllate, possiede e gestisce i ristoranti Chipotle Mexican Grill. Al 31 dicembre 2020, possedeva e gestiva 2.724 ristoranti Chipotle negli Stati Uniti, 40 ristoranti Chipotle internazionali e 4 ristoranti non Chipotle. L'azienda è stata fondata nel 1993 e ha sede a Newport Beach, California.

Yum China Holdings, Inc. possiede, gestisce e concede in franchising ristoranti in Cina. L'azienda opera attraverso due segmenti, KFC e Pizza Hut. Gestisce ristoranti sotto le marche KFC, Pizza Hut, Little Sheep, Huang Ji Huang, COFFii & JOY, East Dawning, Taco Bell e Lavazza. L'azienda fornisce anche servizi di consegna di cibo online. Inoltre, gestisce ristoranti in franchising con i nomi KFC, Pizza Hut, Huang Ji Huang, Taco Bell, Little Sheep, East Dawning, Lavazza e COFFii & JOY. Al 31 dicembre 2020, la società gestiva 10.506 ristoranti in circa 1.500 città. Yum China Holdings, Inc. è stata costituita nel 2016 e ha sede a Shanghai, in Cina.

I protagonisti, nel bene e nel male - parte seconda

Luby's, Inc., insieme alle sue filiali, fornisce servizi di ristorazione negli Stati Uniti. L'azienda gestisce ristoranti da pranzo casual e offre servizi contrattuali culinari, compresi gli accordi contrattuali per gestire i servizi alimentari per i clienti di assistenze sanitarie, le strutture abitative senior, i clienti da pranzo aziendali, gli edifici governativi e gli stadi sportivi, nonché attraverso negozi di alimentari al dettaglio. I suoi marchi principali includono Luby's Cafeteria, Fuddruckers - World's Greatest Hamburgers, Koo Koo Roo, Cheeseburger in Paradise, e Luby's Culinary Contract Services. Luby's, Inc. è stata fondata nel 1947 e ha sede a Houston, Texas.

Darden Restaurants, Inc. attraverso le sue filiali, possiede e gestisce ristoranti a servizio completo negli Stati Uniti e in Canada. Al 31 maggio 2020, possedeva e gestiva circa 1.804 ristoranti. I suoi marchi sono Olive Garden, LongHorn Steakhouse, Cheddar's Scratch Kitchen, Yard House, The Capital Grille, Seasons 52, Bahama Breeze e Eddie V's Prime Seafood. L'azienda è stata fondata nel 1968 e ha sede a Orlando, in Florida.

Flanigan's Enterprises, Inc., insieme alle sue filiali, gestisce una catena di ristoranti a servizio completo e negozi di liquori a pacchetto nel sud della Florida. Opera attraverso i segmenti Package Stores e Restaurants. La società gestisce negozi di liquori a pacchetto con il nome Big Daddy's Liquors e ristoranti con il marchio di servizio Flanigan's Seafood Bar and Grill. L'azienda è stata fondata nel 1959 e ha sede a Fort Lauderdale, in Florida.

I protagonisti, nel bene e nel male - parte terza

YUM! Brands, Inc., insieme alle sue filiali, sviluppa, gestisce e concede in franchising ristoranti a servizio rapido in tutto il mondo. Opera attraverso quattro segmenti: la divisione KFC, la divisione Pizza Hut, la divisione Taco Bell e la divisione Habit Burger Grill. L'azienda gestisce ristoranti sotto questi marchi. Al 31 dicembre 2020, aveva oltre 51.000 ristoranti in circa 150 paesi e territori. L'azienda era precedentemente conosciuta come TRICON Global Restaurants, Inc. e ha cambiato il suo nome in YUM! Brands, Inc. nel maggio 2002. YUM! Brands, Inc. è stata fondata nel 1997 e ha sede a Louisville, Kentucky.

Biglari Holdings Inc., attraverso le sue filiali, principalmente opera e concede in franchising ristoranti negli Stati Uniti. L'azienda possiede, gestisce e concede in franchising ristoranti con i nomi Steak n Shake e Western Sizzlin. L'azienda era precedentemente conosciuta come The Steak n Shake Company e ha cambiato il suo nome in Biglari Holdings Inc. nell'aprile 2010. Biglari Holdings Inc. è stata fondata nel 1934 e ha sede a San Antonio, Texas.

Cannae Holdings, Inc. è una società di investimento di capitale privato. L'azienda investe principalmente in ristoranti, servizi sanitari abilitati alla tecnologia, servizi finanziari e altro. Prende sia quote di minoranza che di maggioranza. Cannae Holdings, Inc. ha sede a Las Vegas, Nevada.

McDonald's Corporation gestisce e concede in franchising i ristoranti McDonald's negli Stati Uniti e a livello internazionale. Al 31 dicembre 2020, la società gestiva 39.198 ristoranti. McDonald's Corporation è stata fondata nel 1940 e ha sede a Chicago, Illinois.

Restaurant Brands International Inc. possiede, gestisce e concede in franchising ristoranti a servizio rapido sotto le marche Tim Hortons, Burger King e Popeyes. Al 31 dicembre 2020, l'azienda possedeva o concedeva in franchising un totale di oltre 26.000 ristoranti in circa 100 paesi del mondo e territori statunitensi. Restaurant Brands International Inc. è stata fondata nel 1954 e ha sede a Toronto, Canada.

I protagonisti, nel bene e nel male - parte quarta

Aramark fornisce alimenti, strutture e servizi all'istruzione, alla sanità, al commercio ed all'industria, allo sport, al tempo libero ed ai clienti delle prigioni negli Stati Uniti ed internazionalmente. Opera attraverso tre segmenti: alimenti ed i servizi di sostegno Stati Uniti, alimenti ed i servizi di sostegno internazionali, e uniformi e abbigliamento di carriera. L'azienda era precedentemente conosciuta come ARAMARK Holdings Corporation e ha cambiato il suo nome in Aramark nel maggio 2014. Aramark è stata fondata nel 1959 e ha sede a Philadelphia, Pennsylvania.

J. Alexander's Holdings, Inc., attraverso le sue filiali, possiede e gestisce ristoranti di livello superiore complementari negli Stati Uniti. I suoi marchi sono J. Alexander, Redlands, Lyndhurst, Overland Park,  Merus e Stoney River. I ristoranti dell'azienda offrono un menu americano. Al 20 aprile 2020, gestiva 47 ristoranti in 16 stati. J. Alexander's Holdings, Inc. è stata fondata nel 1970 e ha sede a Nashville, Tennessee.

Dine Brands Global, Inc., insieme alle sue filiali, possiede, concede in franchising, gestisce e affitta ristoranti a servizio completo negli Stati Uniti e a livello internazionale. Funziona in cinque segmenti: Applebee's Franchise Operations, IHOP Franchise Operations, Rental Operations, Financing Operations e Company-Operated Restaurant Operations. L'azienda è conosciuta internazionalmente per il marchio Applebee's. La società era precedentemente conosciuta come DineEquity, Inc. e ha cambiato il suo nome in Dine Brands Global, Inc. nel febbraio 2018. Dine Brands Global, Inc. è stata fondata nel 1958 e ha sede a Glendale, California.

Biglari Holdings Inc., attraverso le sue filiali, principalmente opera e concede in franchising ristoranti negli Stati Uniti. L'azienda possiede, gestisce e concede in franchising ristoranti con i nomi Steak n Shake e Western Sizzlin. L'azienda era precedentemente conosciuta come The Steak n Shake Company e ha cambiato il suo nome in Biglari Holdings Inc. nell'aprile 2010. Biglari Holdings Inc. è stata fondata nel 1934 e ha sede a San Antonio, Texas.

Drive Shack Inc. possiede e gestisce attività di svago e intrattenimento legate al golf. Al 31 dicembre 2019, possedeva, affittava o gestiva 59 proprietà in 9 stati. Drive Shack Inc. investe anche in prestiti e titoli. La società era precedentemente nota come Newcastle Investment Corp. e ha cambiato il suo nome in Drive Shack Inc. nel dicembre 2016. Drive Shack Inc. è stata fondata nel 2002 e ha sede a New York, New York.

Arcos Dorados Holdings Inc. opera come franchisee di ristoranti McDonald's. Ha il diritto esclusivo di possedere, gestire e concedere in franchising i ristoranti McDonald's in 20 paesi e territori in America Latina e nei Caraibi. Al 31 dicembre 2019, ha gestito o dato in franchising 2.293 ristoranti. Arcos Dorados Holdings Inc. è stata fondata nel 2007 e ha sede a Montevideo, Uruguay.

Chi ha e chi non ha il digitale

Gli stessi tipi di iniziative sembrano pagare, specialmente per i vincitori più grandi.

Brinker International ha superato le aspettative con la sua offerta virtuale di cucina fantasma, cioè It's Just Wings. Una cucina fantasma è un ristorante ottimizzato strettamente per la consegna, con un approccio "no dine-in" (solo asporto) e un menu condensato; è una soluzione per raggiungere margini più elevati.

Shake Shack ha visto il 60% delle vendite andare in digitale nel terzo trimestre del 20. La loro impronta digitale dovrebbe crescere insieme al loro obiettivo di aprire 50-60 nuove sedi nel 2021.

Il programma di fedeltà di Chipotle ha raggiunto di recente 17 milioni di membri. Inoltre, le vendite digitali sono cresciute del 177% rispetto all'anno precedente nel loro quarto trimestre, e quasi il 50% delle entrate deriva ora dagli ordini digitali.

Non si cena più in loco

Le azioni in territorio negativo non hanno avuto la stessa fortuna. Tendono ad essere locali che soffrono di un drastico calo del traffico pedonale e, quindi, di visite fisiche.

Senza una preesistente presenza digitale per raggiungere i clienti, le vendite corrono il rischio di crollare. I lavoratori del settore ristorazione sono tra i più colpiti dalla pandemia, e la mancanza di domanda di lavoro presenta ancora una volta circostanze disastrose per alcuni ristoranti tradizionali.

La mania della consegna

Per l'industria alimentare, il calo del traffico pedonale è parzialmente compensato dall'aumento della consegna di cibo. Le aziende pure play nello spazio di consegna del cibo come DoorDash e Grubhub hanno fatto bene. Grubhub ha riportato 622.700 Daily Average Grubs (consegne giornaliere) nel 2020, rispetto ai 492.300 dell'anno precedente. E per Uber la crescita nel segmento delle consegne del loro business ha sostenuto il declino del ride hailing, cioè quella cosa che li ha fatti conoscere al mondo.

Con il lancio del vaccino in gioco, i titoli dei ristoranti sul NYSE possono ottenere una spinta tanto necessaria. Ma pandemia o no, le tendenze digitali nel settore della ristorazione continueranno a plasmare l'industria dopo COVID-19 proprio come hanno fatto prima.

E in Italia?

Da noi le società legate al settore alimentare quotate in Borsa sono solo 11. Mancano colossi del calibro di Barilla e Ferrero, per dire, che in qualsiasi altra nazione si sarebbero giù quotati da decenni. Specificamente legate al settore ristorazione ce n'è solo una, Autogrill, che fa parte del Gruppo Benetton.

Autogrill S.p.A. è il leader mondiale dei servizi di ristorazione per chi viaggia. Il gruppo gestisce circa 4.000 ristoranti e bar situati sulle autostrade (61,7% delle vendite), negli aeroporti (30,5%) e altro (7,9%). La ripartizione geografica del fatturato è la seguente: Italia (20,5%), Europa (13,9%), Nord America (52,7%) e altri paesi (12,9%).

I prodotti finanziari del settore

Come sempre dall'altra parte dell'oceano c'è più scelta. In particolar modo due prodotti fanno al caso nostro, e sono l'Invesco Dynamic Food & Beverage ETF e il First Trust Nasdaq Food & Beverage ETF. Entrambi sono andati molto bene da inizio anno, +8,33% e +8,55% rispettivamente.