Al via i corporate bond Eni

La CONSOB ha approvato il prospetto informativo relativo all’Offerta Pubblica di Sottoscrizione delle obbligazioni Eni riservate ai risparmiatori italiani per un valore complessivo di un miliardo di euro, che potrà essere aumentato sino a due miliardi di euro in caso di eccesso di domanda.

La CONSOB ha approvato il prospetto informativo relativo all’Offerta Pubblica di Sottoscrizione delle obbligazioni Eni riservate ai risparmiatori italiani per un valore complessivo di un miliardo di euro, che potrà essere aumentato sino a due miliardi di euro in caso di eccesso di domanda. I risparmiatori potranno sottoscrivere le obbligazioni Eni a tasso fisso e/o variabile. I proventi dell’Offerta, approvata dal Consiglio di Amministrazione di Eni del 23 aprile 2009, saranno utilizzati per finalità di gestione operativa generale del Gruppo, inclusi il rifinanziamento ed il consolidamento dell’indebitamento a breve termine.Periodo d’offerta e lotto minimoL’offerta si svolgerà dal 15 giugno al 3 luglio 2009, salvo chiusura anticipata e salvi i casi di adesione on-line e fuori sede, per i quali si avrà un periodo di sottoscrizione inferiore, secondo le modalità descritte nel prospetto informativo. Il lotto minimo sottoscrivibile sia per le obbligazioni a tasso fisso sia per quelle a tasso variabile è di 2.000 euro, pari a 2 obbligazioni, con possibili incrementi pari ad almeno 1 obbligazione, per un valore nominale pari a Euro 1.000 ciascuna.Il collocamento: adesione, durata e negoziazioniL’adesione all’operazione non comporterà per l’investitore alcuna spesa o commissione di sottoscrizione. La durata delle obbligazioni, sia a tasso fisso sia a tasso variabile, è di 6 anni e il capitale sarà rimborsato interamente alla scadenza dei prestiti. Le obbligazioni Eni saranno ammesse alla negoziazione sul Mercato Telematico delle Obbligazioni (MOT), organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., presso cui il risparmiatore potrà, successivamente, negoziare le proprie obbligazioni. Il rendimento delle obbligazioni si intende al lordo della imposizione fiscale vigente al momento del pagamento della cedola. Ad oggi, l'imposta sostitutiva applicabile agli interessi derivanti dalle obbligazioni è pari al 12,5%.