Bca Profilo: ok ad aumento di capitale per massimi 110 mln di euro. Nominato il nuovo Cda

L’Assemblea straordinaria ha revocato la delibera di emissione di un prestito obbligazionario convertibile assunta nella riunione del 5 maggio scorso e non attuata, neppure in parte.

L’assemblea straordinaria e ordinaria degli azionisti di Banca Profilo si è riunita oggi per l’approvazione, tra l’altro, dell’aumento di capitale funzionale all’accordo di investimento con Sator Capital Limited.Come già comunicato, con il completamento dell’iter autorizzativo si sono verificate tutte le condizioni sospensive contenute nell’accordo di investimento sottoscritto il 19 febbraio 2009 da Banca Profilo, Sator Capital Limited e gli azionisti di riferimento della Banca.In esecuzione del suddetto accordo, l’Assemblea straordinaria ha deliberato di aumentare il capitale sociale in forma mista e scindibile, in parte in opzione ed in parte con esclusione del diritto d’opzione, per un importo massimo di Euro 110 milioni, mediante:• aumento a pagamento del capitale sociale, in forma scindibile, per un importo massimo di Euro 30 milioni, mediante l'emissione di massime numero 150.000.000 nuove azioni ordinarie, prive del valore nominale, da offrire in opzione anche in più tranches agli azionisti, ad un prezzo di euro 0,20 per azione, entro il termine ultimo del 31.12.2009;• aumento a pagamento del capitale sociale, in forma scindibile, per un importo massimo di Euro 80 milioni, con l'emissione - anche in più tranches – di numero 400.000.000 nuove azioni ordinarie, prive del valore nominale, con esclusione del diritto d'opzione, ad un prezzo di euro 0,20 per azione, entro il termine ultimo del 31.12.2009 da riservare in sottoscrizione come segue: quanto ad Euro 70 milioni, da riservare in sottoscrizione ad Arepo BP, società indirettamente interamente controllata dal fondo Sator Private Equity Fund; o quanto ad Euro 10 milioni da collocare, con le modalità indicate, dal Consiglio di Amministrazione su delega dell’Assemblea entro i 90 giorni dalla conclusione del periodo d’asta per l’offerta in borsa dei diritti di opzione relativi all’aumento di capitale in opzione.