Europa in lieve progresso. Piazza Affari la migliore con STM ed Enel

In rally di oltre il 5% Impregilo, e gli acquisti spingono in avanti Snam RG, A2A e Terna. Ancora segno meno per Fiat e Telecom Italia.

Prosegue senza particolari scossoni la seduta delle Borse europee che a meno di un’ora dalla chiusura presentano variazioni percentuali decisamente contenute. Gli indici risentono dell’incertezza di Wall Street dove, ad un avvio in buon progresso ha fatto seguito un movimento a passo di gambero. Il Dow Jones ora cede lo 0,1%, mentre l’S&P500 mantiene ancora un frazionale rialzo dello 0,07%, preceduto dal Nasdaq Composite che avanza dello 0,5%. Dal fronte macro, l’unica indicazione in programma per oggi ha deluso le attese, visto che le scorte di magazzino all’ingrosso hanno segnato un calo dell’1,4%, maggiore della contrazione dell’1,2% attesa dal mercato. E sempre in America è arrivato il via libera alla restituzione dei fondi Tarp da parte di 10 banche, mentre il comitato finanziario ha invitato a ripetere gli stress test. Indicazioni che erano già scontate dal mercato e che di fatto non hanno avuto alcun impatto sui listini, tanto che in Europa li Ftse100 mostra un lieve progresso dello 0,18%, mentre si spingono più in avanti il Dax30 e il Cac40 che avanzano dello 0,33% e dello 0,53%. Ad avere la meglio è sempre Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib si muove in area 20.150 punti, con un vantaggio dell’1,31%. Tra le blue chips accelera al rialzo Impregilo che mette a segno un rally di oltre il 5% dopo la promozione di Exane, ma è da segnalare lo scatto in avanti di Enel che dopo i cali delle ultime sedute sale di oltre il 4,5%. Si conferma tonica STM che avanza del 3,6% sulla scia del miglioramento delle guidance da parte di Texas Instruments. Denaro anche sulle utilities con Snam Rete Gas in testa, in ascesa del 2,75%, mentre procedono più lentamente A2A e Terna che crescono dell’1,95% e dell’1,5%.