Filatura di Pollone: depositata offerta di opzione

Filatura di Pollone comunica che in data odierna è stata depositata presso il Registro delle Imprese di Biella l’offerta di opzione di n. 55.835 azioni ordinarie della Società oggetto di recesso, ai sensi dell’art. 2437 quater, comma 2 del codice civile.

Filatura di Pollone comunica che in data odierna è stata depositata presso il Registro delle Imprese di Biella l’offerta di opzione di n. 55.835 azioni ordinarie della Società oggetto di recesso, ai sensi dell’art. 2437 quater, comma 2 del codice civile.Come previamente comunicato, in data 22 maggio 2009 si è concluso il periodo di recesso a favore degli Azionisti che non abbiano concorso all’adozione della delibera dell’assemblea degli azionisti svoltasi in seduta straordinaria il 29 aprile 2009 che ha approvato la modifica significativa dell’oggetto sociale (art. 3 dello statuto) nell’attività di holding.Il diritto di recesso è stato legittimamente esercitato con riferimento a n. 55.835 azioni ordinarie, pari allo 0,52427% del capitale sociale della Società, per un controvalore complessivo di Euro 22.797,43.Dall’8 giugno al 7 luglio 2009 inclusi avrà pertanto luogo l'Offerta in Opzione delle Azioni al prezzo unitario di Euro 0,4083 a tutti i possessori di azioni ordinarie Filatura di Pollone per le quali non sia stato esercitato il diritto di recesso. Il rapporto di opzione determinato dal Consiglio di Amministrazione della Società è di 1 Azione ogni 189 azioni ordinarie Filatura di Pollone possedute.Filatura di Pollone precisa, in merito, che, al fine di consentire una determinazione del rapporto di esercizio secondo multipli interi di azioni, nella misura sopra indicata, l’azionista di riferimento della Società ha manifestato la propria disponibilità a rinunciare ad una quota dei diritti di opzione a lui spettanti in relazione alle azioni possedute.È inoltre previsto, per gli azionisti che ne faranno richiesta, un diritto di prelazione sulle eventuali Azioni rimaste inoptate. Nel caso in cui il numero di Azioni richiesto in prelazione fosse superiore al quantitativo di Azioni rimaste inoptate all’esito dell’Offerta in Opzione, si procederà al riparto in proporzione al numero di azioni possedute; qualora residuassero Azioni dopo l’assegnazione sulla base del quoziente pieno, le Azioni residue verranno assegnate con criterio del maggior resto.