Finmeccanica: il consorzio MIDCAS si aggiudica un contratto da 50 mln

Il coordinamento con gli Usa verrà assicurato soprattutto attraverso la partecipazione in EUROCAE WG73 di organizzazioni quali la Radio Technical Commission for Aeronautics (RTCA) e la Federal Aviation Authority (FAA).

Il consorzio MIDCAS, costituito da 13 industrie europee - tra cui Alenia Aeronautica, SELEX Galileo, SELEX Communications e SELEX Sistemi Integrati del Gruppo Finmeccanica - si è aggiudicato un contratto per la fornitura del MID-air Collision Avoidance System da parte della European Defence Agency (EDA) per conto degli Stati membri (Francia, Germania, Italia, Spagna e Svezia, quest’ultima in veste di nazione guida per il progetto). Il valore del contratto si aggira sui 50 milioni di euro, per una durata di quattro anni. La commessa prevede la realizzazione di un sistema Sense & Avoid in grado di individuare ed evitare potenziali minacce di collisione in volo per i velivoli senza pilota (UAS, Unmanned Aircraft Systems). L’obiettivo del progetto MIDCAS è di stabilire, in stretta collaborazione con organizzazioni europee quali Eurocontrol, EUROCAE (European Organisation for Civil Aviation Equipment) ed EASA (European Aviation Safety Agency), uno standard Sense & Avoid per i velivoli senza pilota, sviluppando, attraverso attività di simulazione e test di volo, un sistema capace di soddisfare, in tutta sicurezza, i requisiti in materia di separazione del traffico e di anticollisione in spazi aerei non segregati. Il coordinamento con gli Stati Uniti verrà assicurato soprattutto attraverso la partecipazione in EUROCAE WG73 di organizzazioni quali la Radio Technical Commission for Aeronautics (RTCA) e la Federal Aviation Authority (FAA). "Il progetto - ha dichiarato Lennart Sindahl, Executive Vice President di Saab AB e capo della divisione Aeronautics - riunisce 13 delle maggiori industrie europee attive nel settore aeronautico, che apporteranno le molteplici iniziative europee di Sense & Avoid per pervenire a una strategia uniforme, supportata dall'EDA, finalizzata all’integrazione degli UAS nello spazio aereo europeo. Solo lavorando a stretto contatto possiamo raggiungere in Europa un accordo comune su come risolvere le problematiche legate al Sense & Avoid".