FONDO CINESE INTERESSATO AD ENEL

Il viceministro Adolfo Urso spiega che un fondo sovrano cinese si è mostrato particolarmente interessato al settore energetico e alle energie rinnovabili, nucleare compreso.

Il viceministro Adolfo Urso, in un'intervista rilasciata a Il Giornale, spiega che un fondo sovrano cinese si è mostrato particolarmente interessato al settore energetico e alle energie rinnovabili, nucleare compreso. "Interesse che potrebbe anche trasformarsi nella partecipazione del fondo a una grande compagnia italiana come Enel" conclude Urso.Il viceministro Adolfo Urso ha aggiunto che i fondi cinesi non vengono da noi per comprare pezzi di Paese. Chiedono di partecipare al capitale di aziende nelle quali credono e puntano solo agli utili."E' stata stilata una lista anche con l'aiuto di Confindustria - ha aggiunto - di aziende che potrebbero accettare capitali cinesi. O di marchi che potrebbero essere venduti. Il tutto sempre che vengano rispettati alcuni requisiti, come il mantenimento dei posti di lavoro, il mantenere in Italia i marchi e precisi impegni anti contraffazione".Urso ha concluso che "in cambio i cinesi chiedono che gli sia dia una mano per districarsi nella burocrazia italiana che pare sia troppo complessa anche per loro. A dargli una mano dovrebbe essere Invitalia".