Impregilo: nuovi contratti in Libia

I nuovi contratti, che hanno un valore complessivo di circa 360 milioni di euro, seguono i progetti già avviati per la realizzazione di tre centri universitari.

Impregilo, attraverso la Impregilo Lidco (società mista costituita da Impregilo, con una quota del 60%, e dalla Libyan Development Investment Co) ha finalizzato con il Ministero delle Housing and Infrastructural Works della Libia tre contratti per la progettazione e realizzazione di lavori infrastrutturali e di opere di urbanizzazione nelle città di Tripoli e Misurata. I contratti hanno un valore complessivo di circa 360 milioni di euro. I lavori consisteranno principalmente nel rifacimento dei servizi pubblici relativi alle reti elettriche, fognarie, telefoniche e di adduzione dell’acqua delle due città. In particolare, a Tripoli gli interventi saranno realizzati in una zona di circa 1770 ettari situata tra il mare e la Jomahiriya Street, mentre nella città di Misurata i lavori saranno realizzati sia nel centro urbano in un’area di circa 300 ettari sia in una zona più periferica ancora da urbanizzare (in località Gouchi) su di un’area di circa 580 ettari. Queste nuove importanti commesse, che seguono i contratti del valore di circa 400 milioni di euro stipulati per la progettazione e realizzazione di tre nuovi centri universitari, rafforzano la presenza di Impregilo nel paese libico. “La firma di questi nuovi contratti” - ha dichiarato Alberto Rubegni, amministratore delegato di Impregilo – “costituisce un ulteriore tassello delle nostre politiche di sviluppo nell’area del mediterraneo e in particolare in Libia, Paese in cui operiamo da oltre venti anni e che ha riconosciuto nel nostro Gruppo, in virtù del know-how e delle competenze dimostrate, uno dei partner principali del processo di rilancio e di sviluppo infrastrutturale previsti”.