Le vendite allo scoperto sono condannate a sparire? Forse sì. Ma vediamo cosa sta succedendo. La Commissione europea ha pubblicato uno schema di massima di possibili regole che potrebbero consentire divieti temporanei sulle vendite allo scoperto "naked" e su alcuni scambi di cds (credit default swap) quando i mercati sono molto volatili.
I divieti interesserebbero gli hedge fund, molti dei quali usano strategie di trading basate sull'assunzione di posizioni corte su un range di asset, e alcune banche principali che dominano gli scambi europei di cds, focalizzati soprattutto a Londra.
Radiocor spiega che l'obiettivo sarebbe quello di arrivare arrivare entro la fine dell'estate a una proposta formale, gli obiettivi sono tre:
1. assicurare che gli stati membri abbiano il potere di agire per ridurre i rischi sistemici, i rischi alla stabilità finanziaria e all'integrita' di mercato che derivano dalle vendite allo scoperto e dai credit default swap;
2. facilitare il coordinamento fra gli stati e la futura autorità di supervisione dei mercati (european securities markets autorithy) nelle situazioni di emergenza;
3. aumentare la trasparenza sulle posizioni corte detenute dagli investitori e ridurre i rischi di regolazione dei contratti legati alla vendita di strumenti finanziari quando il venditore non ha acquistato il titolo al momento della vendita o assicurato che lo acquisterà.