Italcementi: sospesa decisione finale su fusione con Ciments Français

La sospensione della decisione finale da parte dei consigli ha lo scopo di verificare se sussiste la possibilità di pervenire ad una soluzione accettabile.

I Cda di Italcementi e Ciments Français, riuniti in data odierna, hanno confermato la favorevole valutazione sulla fusione tra le rispettive società, di cui avevano approvato in via preliminare le linee guida in data 16 febbraio 2009 e in relazione alla quale la francese Autorité des Marchés Financiers (AMF) aveva confermato, con decisione del 15 maggio 2009, l’insussistenza dei presupposti per il lancio di una preventiva offerta pubblica di acquisto (offre publique de retrait) sulle azioni Ciments Français.I consigli hanno tuttavia deliberato di sospendere la decisione finale relativa all’approvazione del progetto di fusione fino ad una prossima riunione, da tenersi in una data non successiva al 26 giugno 2009, poiché è tuttora in corso un confronto con investitori istituzionali statunitensi, titolari di titoli di debito (notes) emessi da Ciments Français nel 2002 e nel 2006 per complessivi 500 milioni di dollari. Le società ed i noteholders divergono nelle rispettive letture delle clausole contrattuali che determinano la possibilità, o meno, di dar corso alla fusione senza il previo consenso di tali investitori.La sospensione della decisione finale da parte dei consigli ha lo scopo di verificare se sussiste la possibilità di pervenire ad una soluzione accettabile e comunque coerente con gli obiettivi e le motivazioni della fusione.Le società informeranno tempestivamente il mercato su eventuali notizie rilevanti relative all’operazione.