IwBank: non approvate le modifiche dello stato sociale

Un azionista di minoranza ha fatto rilevare che il patto che lega UBI Banca, Centrobanca e Webstar, non era stato validamente depositato presso il registro delle imprese,

L’assemblea straordinaria degli azionisti di IWBank ha deliberato di non approvare le modifiche proposte ad alcuni articoli dello Statuto sociale ed essenzialmente volte ad adeguare il testo alle Disposizioni di Vigilanza in materia di organizzazione e governo societario delle banche emanate dalla Banca d’Italia. Nel corso della riunione assembleare, un azionista di minoranza ha fatto rilevare che il patto che lega UBI Banca, Centrobanca e Webstar, detentori dell’85,22% del capitale sociale, non era stato validamente depositato presso il registro delle imprese, con conseguente mancato adempimento degli obblighi pubblicitari dalla legge. L’assemblea straordinaria ha, pertanto, deliberato con il quorum dei 2/3 del capitale rappresentato in Assemblea al netto della partecipazione detenuta dagli aderenti al patto. In esito alla votazione, la proposta di modifica dello Statuto sociale posta all’ordine del giorno non è stata approvata. Il Consiglio di Amministrazione della banca provvederà alla convocazione di una nuova Assemblea Straordinaria, al fine di garantire l’adeguamento dello Statuto sociale alle Disposizioni di Vigilanza della Banca d’Italia in materia di governance delle banche, a seguito del corretto adempimento, da parte dei paciscenti, degli obblighi di legge. Non essendo stato raggiunto il quorum costitutivo in prima convocazione, l’Assemblea Ordinaria si riunirà in seconda convocazione lunedì 29 giugno 2009, ore 11.30, presso la sede della Società, in via Cavriana n. 20, Milano, per deliberare in merito alla proposta di cancellazione del "Piano di stock option 2008 – 2011”, precedentemente approvato in data 20 dicembre 2007.