Kerself: joint-venture in Israele con importanti imprenditori locali

L’accordo, che si inserisce nell’ambito di una strategia di internazionalizzazione sui mercati con i più importanti tassi di crescita attesi nel settore fotovoltaico, è finalizzato a cogliere le opportunità offerte dal mercato israeliano.

Kerself ha sottoscritto tramite la controllata Ecoware S.p.A. un accordo per la costituzione di una joint-venture societaria in Israele, Ecoware Israel Ltd., con importanti imprenditori locali attivi nel settore delle energie rinnovabili. Ecoware deterrà una partecipazione pari al 35% del capitale sociale a fronte del restante 65% di proprietà dei soci israeliani. Il consiglio di amministrazione sarà composto da 5 membri, di cui 2 di nomina del Gruppo Kerself. L’accordo, che si inserisce nell’ambito di una strategia di internazionalizzazione sui mercati con i più importanti tassi di crescita attesi nel settore fotovoltaico, è finalizzato a cogliere le opportunità offerte dal mercato israeliano, grazie sia alla tariffa incentivante per gli impianti fotovoltaici (in particolare per quelli di dimensioni inferiori ai 50 kw), sia alle possibilità derivanti dall’ottimo livello di irraggiamento presente sul territorio israeliano. Tale accordo si inserisce in una strategia di ampio respiro di espansione all’estero del Gruppo, finalizzata a valutare l’evoluzione e le migliori opportunità in altri paesi nel bacino mediterraneo e nel mercato americano. Ecoware apporterà alla joint-venture il proprio know-how, basato sulla realizzazione con tecnologia SPV degli inseguitori digitali biassali (trackers) ed impianti a struttura fissa, mentre i soci israeliani apporteranno contratti tramite la propria rete di relazioni commerciali oltre all’attività di installazione direttamente sul territorio. Ecoware, inoltre, sarà l’unico fornitore in esclusiva per almeno 2 anni. La nuova società disporrà già subito di un primo contratto per un ammontare pari a 5 MW basato sulla realizzazione di 100 impianti su tetto da 50 Kw ciascuno. Inoltre, la joint-venture beneficierà di importanti prospettive relative alla costruzione di campi solari a terra da almeno 1 MW con tecnologia Ecoware ad inseguimento, ad esempio nel deserto del Negev.