Kinexia: accordo preliminare per l’acquisto del 51% di STEA

L’accordo prevede un corrispettivo per il 51% del capitale di STEA pari ad €1,3 milioni ed un versamento soci a fondo perduto da parte di Volteo Energie per €0,3 milioni.

Kinexia, tramite la propria controllata Volteo Energie, subholding di partecipazione nel settore delle fonti rinnovabili, ha sottoscritto un contratto preliminare avente ad oggetto l’acquisto del 51% del capitale della società Stea Divisione Energia Solare (STEA) dai quattro soci fondatori (i signori Luca Storti, Giuseppe Marseglia, Nino Gazzillo e Riccardo Pastore) in proporzione alle rispettive quote di partecipazione. I soci, che ad oggi detengono in parti uguali l’intero capitale sociale e che ad esito dell’operazione è previsto detengano - sempre in parti uguali - il restante 49% del capitale di STEA, continueranno prestare la loro opera in STEA almeno fino al dicembre 2012.L’accordo, il cui perfezionamento è subordinato all’esito positivo della due diligence legale, contabile e fiscale, prevede un corrispettivo per il 51% del capitale di STEA pari ad €1,3 milioni ed un versamento soci a fondo perduto da parte di VE per €0,3 milioni, da iscriversi nelle poste di patrimonio netto.L’esborso complessivo di €1,6 milioni, di cui €0,95 milioni versati alla data del closing e il residuo in due rate di pari importo entro, rispettivamente, tre mesi e sei mesi dalla data del Closing, verrà finanziato con la liquidità rinveniente dalla recente operazione di aumento di capitale di Kinexia.