LA CRISI IN MANIERA PESANTE SUL MERCATO DEL LAVORO

Nel bollettino della Bce di giugno si legge che la contrazione dell'attività economica nell'area dell'euro sta incidendo sempre di più sulle condizioni del mercato del lavoro.

Nel bollettino della Bce di giugno si legge che la contrazione dell'attività economica nell'area dell'euro sta incidendo sempre di più sulle condizioni del mercato del lavoro.Il bollettino riferisce che la disoccupazione nell'area è aumentata dal 7,3% nei primi tre mesi del 2008 al 9,2% dell'aprile di quest'anno, e l'occupazione è rimasta pressoché invariata nell'ultimo trimestre del 2008, con un tasso di crescita sul periodo corrispondente dello 0,1%. I maggiori cali dell'occupazione si sono avuti nei settori del manifatturiero (-6,4%) e delle costruzioni (-1,3%), mentre i servizi di mercato hanno evidenziato una crescita dello 0,8%.Il bollettino rileva inoltre che tra il 2007 e il 2008 si è registrata una relazione negativa tra la variazione della quota di occupati a tempo determinato e la corrispondente quota di occupati a tempo indeterminato sulla popolazione attiva. Ciò è riconducibile al fatto che l'occupazione a tempo determinato è più esposta alle fluttuazioni economiche.