Le Borse europee chiudono in rosso

Vendite sul comparto dei chimici e su quello dei bancari, che segnano perdite superiori ai due punti percentuali.

Chiusura in rosso per le Borse europee, nonostante la buona performance di Wall Street che ha cambiato rotta ed è spinta dai titoli tecnologici e dell'industria. Vendite sul comparto dei chimici e su quello dei bancari, che segnano perdite superiori ai due punti percentuali.A Londra l'indice Ftse 100 arretra dello 0,64% a 4.252,57 punti. Tra i titoli in negativo sengaliamo Rio Tinto (-3,33%) e Prudential (-3,3%). Si mettono in evidenza Petrofac (+3,76%) e Royal Bank Scotland (+3,12%).A Francoforte il Dax scende dello 0,73% a 4.800,56. Crollano K+S (-4,32%), seguito da Volkswagen (-4,3%). Brillano Hannover Rue (+3,24%) e Beiersdorf (+2,04%).A Parigi il Cac 40 perde lo 0,68% a 3.163,10 punti. Tra i titoli in rosso segnaliamo Sanofi-Aventis (-4,26%) e Credit Agricole (-3,96%). Tsi mettono in evidenza Bouygues (+3,18%) e Stmicroelectronics (+1,8%).Tra le altre piazze finanziarie, Bruxelles ha chiuso di poco sotto la parità segnando una contrazione dello 0,03% a 2015,68 punti, Zurigo con un decremento dell'1,48% a 5362,72 punti ed Amsterdam con un regresso dello 0,2% a 254,12 punti. Madrid ha chiuso in rialzo dello 0,5% a quota 9665,3.