MAGNA PUNTA A CHIUDERE SU OPEL

MF riferisce che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha espresso nuovi dubbi sull'intesa raggiunta tra Magna e Opel affermando che il gruppo austro-canadese non ha firmato un accordo vincolante.

MF riferisce che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha espresso nuovi dubbi sull'intesa raggiunta tra Magna e Opel affermando che il gruppo austro-canadese non ha firmato un accordo vincolante.Anche il numero uno di Magna, Franck Stronach, ha manifestato perplessità sostenendo che "la salvezza della casa di Russelsheim non è ancora garantita anche se ho fiducia che non porteremo i libri in tribunale".Comunque vada Magna International, la società canadese di componenti auto che ha firmato un accordo per rilevare la società tedesca, punta a chiudere l'operazione a settembre, mentre rimangono ancora "molti dettagli" da definire.Il co-Ceo di Magna, Siegfried Wolf, ha dichiarato che il deal sulla casa tedesca verrà chiuso a settembre, secondo le attese del produttore canadese. Il presidente di Opel, invece, ha sottolineato che esistono ancora "molti" dettagli da chiarire in merito all'operazione con Magna.Da parte sua, il leader dei sindacati tedeschi, Klaus Franz, ha spiegato che i negoziati sul futuro dei siti produttivi Opel di Luton, Antwerp e Bochum saranno "difficili" e al momento non si sa ancora quali stabilimenti verranno risparmiati dai tagli.Secondo Franz, obiettivo Opel è di arrivare a vendere 2 milioni di veicoli all'anno per diventare un marchio leader a livello globale nei prossimi cinque anni.