NUOVO PIANO FINANZIARIO NEGLI USA

Il piano di riforma del sistema finanziario è sul tavolo del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Quello che sarà presentato oggi sarà, senza dubbio, la riforma più importante e più rilevante dagli anni '30.

Il piano di riforma del sistema finanziario è sul tavolo del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Quello che sarà presentato oggi sarà, senza dubbio, la riforma più importante e più rilevante dagli anni '30. L'intendo è preciso e ben delineato da subito: si vuole evitare un nuovo 'tsunami' come quello che ha spinto in recessione l'economia.Il pacchetto messo a punto dal Tesoro e dalla Casa Bianca prevede la creazione di un'Agenzia a protezione dei consumatori, soprattutto per quanto riguarda i prodotti finanziari, e di un consiglio di sorveglianza dei servizi finanziari - la cui presidenza spetterà al Tesoro - che avrà il compito di controllare i rischi sistemici e vedra' rafforzati i poteri in capo alla Federal Reserve. La riforma, che potrebbe mettere in discussione gli equilibri delle potenti lobby Usa, punta a colmare i vuoti messi in luce dalla crisi economico-finanziaria.Il pacchetto di misure, secondo quanto riferiscono fonti dell'amministrazione, prevede la chiusura dell'Office of Thrift Supervision, una delle unità del dipartimento del Tesoro, a cui spetta la vigilanza in materia di risparmio. Vengono rafforzati i poteri della Fed sul monitoraggio dei rischi. La banca centrale agirà in coordinamento con il consiglio unico di sorveglianza per evitare che il fallimento di colossi finanziari, cosi' come è stato nel caso di Aig, possano mettere in ginocchio l'economia.