PIL IN CALO NEL 2009. LA PREVIEW DI CONFINDUSTRIA

La Confindustria snocciola un po' di previsioni relativamente al 2009. E non sono molto felici. L'associazione degli industriali prevede che il 2009 si chiuderà con una perdita del 4,9% del Pil.

La Confindustria snocciola un po' di previsioni relativamente al 2009. E non sono molto felici. L'associazione degli industriali prevede che il 2009 si chiuderà con una perdita del 4,9% del Pil. Questa perdita si è ormai già tutta realizzata per l'eredità negativa ricevuta dal 2008 (-2,1%) e la contrazione del primo trimestre (-2,6%; totale - 4,7%).L'ufficio studi di Viale dell'Astronomia ritine che nella seconda parte dell'annosi debba attendere un leggero aumento (+0,5% annualizzato sul primo semestre). Nel 2010 ci sarà un incremento dello 0,7%. L'export trainerà l'economia italiana fuori dalla recessione (+2,5% in volume dopo il -17,3% di quest'anno), grazie soprattutto al maggior dinamismo dei Paesi emergenti che da soli spiegheranno quasi tutta la crescita globale dell'anno venturo, con un effetto temporaneamente amplificato della ricostruzione delle scorte.La confindustria ritiene che il recupero degli investimenti sarà modesto: +1,4% nel 2010, dopo una contrazione cumulata del 15,7%, nel biennio precedente.