Riflettori su Eni dopo presentazione da parte del Governo del provvedimento "gas release"

A tenere alta l'attenzione sul titolo è il decreto presentato venerdì dal Governo, nel quale vi è un provvedimento chiamato "gas release" che prevede una cessione di metano da parte dell'Eni a prezzi scontati.

Riflettori puntati su Eni. A tenere alta l'attenzione sul titolo è il decreto presentato venerdì dal Governo, nel quale vi è un provvedimento chiamato "gas release" che prevede una cessione di metano da parte dell'Eni a prezzi scontati.Il Corriere della Sera spiega che su proposta dell'Authority per l'Energia il ministero dello Sviluppo stabilirà un prezzo di vendita in riferimento ai prezzi medi europei.Ma non solo. Sotto i riflettori c'è anche il recente bod. Roberto Poli, presidente Eni, riferendosi al successo della collocazione, ha commentato che "è sicuramente un segno della fiducia che c'è nei confronti di Eni, ma ce ne saranno altri sul mercato prossimamente e andranno bene anche quelli. C'è un ritorno sulle obbligazioni di società serie e strutturate e questo è un fatto positivo perché l'investitore può anche rivolgersi a queste obbligazioni".Il titolo reagisce a Piazza Affari con un +0,84%, scambiato a 16,90 euro.