ROSSS: l’assemblea autorizza l’acquisto di 600.000 azioni proprie

L’Assemblea Ordinaria di Rosss riunitasi in data odierna, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione all’avvio di un programma di acquisto azioni proprie.

L’Assemblea Ordinaria di Rosss riunitasi in data odierna, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione all’avvio di un programma di acquisto azioni proprie.L’autorizzazione ha ad oggetto un numero massimo di 600.000 azioni proprie tenuto conto che, al fine di valutare il rispetto del limite stabilito dall’art. 2357, terzo comma, cod. civ., la Società, alla data odierna, non detiene azioni proprie. L’autorizzazione all’acquisto è stata accordata per un periodo di 18 mesi dalla data odierna, mentre l’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie di volta in volta acquistate e detenute in portafoglio è stata concessa senza limiti temporali.L’operazione di acquisto autorizzata dall’Assemblea non è comunque strumentale alla riduzione del capitale sociale mediante annullamento delle azioni proprie acquistate, né intenzionalmente finalizzata ad operazioni di delisting della Società.I principali obiettivi sottesi all’autorizzazione del piano di buy back sono i seguenti:- intervenire tramite intermediari autorizzati per sostenere sul mercato la liquidità del titolo così da favorire il regolare svolgimento delle negoziazioni ed evitare movimenti dei prezzi non in linea con l’andamento del mercato;- offrire agli azionisti uno strumento aggiuntivo di monetizzazione degli investimenti;- utilizzare le azioni proprie come oggetto di investimento per un efficiente impiego della liquidità generata dall’attività caratteristica della Società;- disporre di titoli da utilizzare quale corrispettivo nell’ambito di eventuali operazioni di natura straordinaria e/o strategica, anche mediante scambio di partecipazioni, con altri soggetti, inclusi partner industriali e/o commerciali;