Servizi Italia: via libera di Borsa Italiana all’ammissione delle azioni ordinarie nel MTA

Servizi Italia ha ricevuto in data odierna l’approvazione di Borsa Italiana al passaggio delle azioni ordinarie della società alla quotazione nel Mercato Telematico Azionario e la loro contestuale esclusione dalle negoziazioni nel Mercato Expandi.

Servizi Italia ha ricevuto in data odierna l’approvazione di Borsa Italiana (con provvedimento n. 6331) al passaggio delle azioni ordinarie della società alla quotazione nel Mercato Telematico Azionario e la loro contestuale esclusione dalle negoziazioni nel Mercato Expandi.La data di inizio delle negoziazioni delle azioni ordinarie della Società sul Mercato Telematico Azionario e l’attribuzione della qualifica di STAR saranno stabiliti da Borsa Italiana con successivo avviso previa verifica dei requisiti di diffusione tra il pubblico stabiliti dall’articolo 2.2.3 del Regolamento di Borsa e delle relative Istruzioni (flottante pari ad almeno il 35%).Si specifica infatti che le azioni di Servizi Italia possiedono i requisiti per l’attribuzione della qualifica di STAR, salvo la verifica dei requisiti di diffusione tra il pubblico sopra citati e che la Società intende raggiungere tale flottante attraverso la cessione di azioni ad investitori istituzionali da parte dell’azionista di maggioranza Aurum S.p.A. e/o da parte di Servizi Italia (azioni proprie).Il provvedimento accoglie la domanda di ammissione presentata dalla Società lo scorso 29 aprile.Si ricorda inoltre che, nel contesto dell’operazione, in data 10 giugno 2009 Servizi Italia ha depositato presso la Consob il relativo documento di sintesi predisposto in regime di esenzione dall’obbligo di pubblicazione del prospetto ai sensi di legge.Intermonte ricopre il ruolo di Sponsor e Specialista dell’operazione.