I 5 Riti Tibetani (noti anche come 5 Tibetani, I 5 Riti Tibetani di Ringiovanimento o T5T) sono un semplice sistema di esercizi sviluppato circa 2.500 anni fa in Tibet. Spiega healthline.com:

Nel 1985, i riti furono introdotti per la prima volta nella cultura occidentale nel libro "Ancient Secret of the Fountain of Youth" di Peter Kelder. Questo libro, che descrive il programma come "gioventù", spiega in dettaglio gli esercizi.

Sono state pubblicate più di 2 milioni di copie di varie versioni del libro di Kelder.

La pratica di questi esercizi si basa sull'energia del corpo. Secondo i praticanti, il corpo ha sette campi energetici, o vortici. Questi campi sono chiamati chakra in indù. Questi campi controllino parti del sistema endocrino, una rete di ghiandole e organi che regolano molte delle funzioni del corpo, compreso il processo di invecchiamento.

Nel suo libro intitolato I cinque tibetani (1994), Chris Kilham ha scritto sulle origini dei cinque riti tibetani:

“Una genuina forma di yoga e sono stati originariamente presi da un autentico lignaggio tantrico indo-tibetano, vale a dire un ciclo di yantra-yoga associato al Sadnadapadadharma”.

Inoltre, i 5 Tibetani sembrano provenire dal Kum Nye (sistema di esercizi della tradizione Bon), che, come i Riti, hanno più di 2.500 anni.

L'autore Chris Kilham ha spiegato:

“Il problema in questione, però, non è il lignaggio dei Cinque Tibetani. Il punto è il loro immenso valore potenziale per coloro che libereranno 10 minuti al giorno per esercitarsi”.

Come funziona il processo

Questo piano è stato sviluppato per raccogliere 21 diversi movimenti o esercizi in 5 riti completi e facili da eseguire. I 21 diversi movimenti avrebbero potuto richiedere da una a due ore per completare l'intero set. Condensandolo in soli 5 riti, i monaci erano facilmente in grado di eseguire questi esercizi in una ventina di minuti.

Questo concetto è ideale per il nostro mondo frenetico di oggi, dove ci troviamo così occupati che è difficile trovare il tempo per spremere un'altra cosa. Il fatto che questi 5 Tibetani possano essere completati in un così breve lasso di tempo e possano essere eseguiti ovunque rendono la tecnica un'opzione per tutti, anche per quelli di noi che sono molto impegnati.

Il modo migliore per eseguire questi esercizi è mettere da parte un intervallo di tempo specifico ogni giorno in cui puoi pianificare l'esecuzione di questi esercizi. Si consiglia di eseguirli fino a tre volte al giorno per ottenere i benefici ottimali, ma dovresti sforzarti di eseguire almeno un set completo ogni giorno. Il numero suggerito di ripetizioni per ogni esercizio è ventuno. Potresti non essere in grado di eseguire ventuno ripetizioni quando inizi per la prima volta e questo non solo va bene, ma è previsto.

Spiega t5t.com:

Inizia con tre ripetizioni quando fai ogni serie e aumenta di tre ogni due giorni fino a raggiungere le ventuno ripetizioni. Questo non è il tuo tipico programma di esercizi in cui più lavori duramente più benefici, ma si tratta più di trovare la completezza nel tuo corpo e ricreare il tuo ciclo di spinning.

Informazioni sull'esecuzione dei cinque tibetani

  1. È d'obbligo eseguire tutti e 5 gli esercizi, uno dopo l'altro, nell'ordine indicato di seguito.
  2. Inizia eseguendo tre ripetizioni di ciascuno dei movimenti una volta al giorno.
  3. Dopo una settimana, aumenta a cinque ripetizioni di ogni Rito e così via, aggiungendo due ripetizioni ogni settimana, fino a 21 ripetizioni di ogni Rito. Una volta raggiunte 21 ripetizioni di ogni esercizio, non è necessario passare a più ripetizioni.
  4. Il numero 21 è considerato un numero sacro in Tibet.
  5. Questi esercizi servono per ripristinare l'energia, non per costruire i muscoli.
  6. Esegui i 5 tibetani a stomaco vuoto.
  7. Se i riti vengono eseguiti meno di sei giorni alla settimana, i risultati saranno ridotti.

Il momento ideale per eseguire I 5 Tibetani è all'alba o al tramonto, ma puoi eseguirli a seconda del tuo programma. Se esegui i Cinque Riti Tibetani prima di andare a letto, assicurati di avere 30 o 45 minuti per rilassarti.

Rito 1

“Stare in posizione eretta con le braccia tese, orizzontali con le spalle. Ora gira intorno fino a diventare leggermente stordito. C'è solo un avvertimento: devi girare da sinistra a destra".

Rito 2

“Sdraiati a tutta lunghezza su un tappeto o sul letto. Metti le mani piatte lungo i fianchi. Le dita devono essere tenute vicine tra loro con le punte delle dita di ciascuna mano leggermente rivolte l'una verso l'altra. Alza i piedi finché le gambe non sono dritte. Se possibile, lascia che i piedi si estendano un po' indietro sul corpo verso la testa, ma non piegare le ginocchia.

Mantieni questa posizione per un secondo o due, quindi abbassa lentamente i piedi sul pavimento e per alcuni istanti successivi lascia che tutti i muscoli dell'intero corpo si rilassino completamente. Quindi esegui di nuovo il Rito”.

È molto importante collegare il respiro con il flusso degli esercizi. Durante il secondo rito, la respirazione dovrebbe essere:

Inspirazione alzando le gambe e la testa ed espirando, abbassando le gambe e la testa.

Alcuni consigli suggeriti da denisedellagiacoma.com:

Mentre si sollevano i piedi e le gambe, è buona norma alzare anche la testa, poi mentre si abbassano i piedi e le gambe a terra, abbassare contemporaneamente la testa.

Rito 3

“Inginocchiarsi su un tappeto o un tappetino con le mani ai lati, i palmi piatti contro i lati delle gambe. Quindi piegati in avanti il ​​più possibile, piegandoti in vita, con la testa ben in avanti, il mento sul petto. La seconda posizione di questo Rito è di piegarsi all'indietro il più possibile.

Fai in modo che la testa si muova ancora più indietro. Le dita dei piedi ti impediranno di cadere all'indietro. Le mani sono sempre tenute contro il lato delle gambe. Quindi, raggiungi una posizione eretta (in ginocchio), rilassati il ​​più possibile per un momento ed esegui di nuovo il Rito”.

Durante il terzo rito, la respirazione dovrebbe essere:

Inspirando all'indietro, espirando in avanti.

Rito 4

“Siediti eretto su un tappeto o un tappetino con i piedi distesi in avanti. Le gambe devono essere perfettamente dritte - la parte posteriore delle ginocchia deve essere ben abbassata o vicino al tappeto. Appoggia le mani sul tappeto, le dita unite e le mani leggermente rivolte verso l'esterno. Il mento dovrebbe essere sul petto, la testa in avanti".

“Ora solleva delicatamente il corpo, allo stesso tempo piega le ginocchia in modo che le gambe dalle ginocchia in giù siano praticamente dritte su e giù. Anche le braccia saranno verticali mentre il corpo dalle spalle alle ginocchia sarà orizzontale.

Quando il corpo viene sollevato verso l'alto, lascia che la testa ricada delicatamente all'indietro in modo che la testa penda il più possibile indietro quando il corpo è completamente orizzontale. Mantieni questa posizione per alcuni istanti, torna alla prima posizione e RILASSATI per alcuni istanti prima di ripetere il Rito.”

Durante il quarto rito, la respirazione dovrebbe essere:

Inspira sollevando il corpo, espira tornando in posizione seduta.

Consigli:

Quando il corpo viene premuto fino a completare la posizione orizzontale, tendere ogni muscolo del corpo.

Rito 5

“Appoggia le mani sul pavimento a circa due piedi di distanza. Quindi, con le gambe distese all'indietro con i piedi anche a circa due piedi di distanza, spingere il corpo, e soprattutto i fianchi, il più possibile in alto, salendo sulle dita dei piedi e delle mani. Allo stesso tempo, la testa dovrebbe essere portata così in basso che il mento si avvicina al petto.

Quindi, lascia che il corpo si abbassi lentamente in una posizione di "cedimento". Alza la testa, facendola tirare il più indietro possibile”.

Durante il quinto rito, la respirazione dovrebbe essere:

Inspira profondamente, sollevando il corpo, espira mentre abbassi il corpo.

Consigli:

"I muscoli dovrebbero essere tesi per un momento quando il corpo è nel punto più alto e di nuovo nel punto più basso."

I vantaggi dei 5 Tibetani 

La caratteristica più importante dei 5 Tibetani è che ti aiutano a mantenere i tuoi ormoni in equilibrio, con conseguente normale metabolismo; quindi, praticare I 5 Tibetani può aiutarci a mantenere un peso corporeo normale (nel primo mese di pratica di T5T, molte persone sperimenteranno una perdita di peso, forse, perché il praticante sta facendo più esercizio fisico - 10 minuti al giorno, con una media 300 minuti al mese – cinque ore di esercizio fisico in un mese sono tante, soprattutto se sei un tipo sedentario).

Inoltre, la ricerca medica ha scoperto prove convincenti che il processo di invecchiamento è regolato dagli ormoni, per cui tenerli in equlibro è sicuramente un vantaggio importante. 

Altri benefici sono: aumento di energia, vitalità e resistenza, riduzione dello stress, aumento della forza e flessibilità, aumento della qualità del sonno, stimolazione dei chakra, miglioramento della respirazione, con conseguente miglioramento generale della salute e del benessere.

Secondo Peter Kelder:

Ciò che i 5 Tibetani in realtà fanno è questo: fanno girare i sette chakra a una velocità normale; alla velocità che è normale, diciamo, per una persona giovane, robusta, forte, virile di venticinque anni.

Breve descrizione dei sette chakra principali

Il corpo ha sette centri, che in inglese potrebbero essere chiamati vortici.

Questi sono tipi di centri magnetici.

Girano a grande velocità nel corpo sano, ma quando sono rallentati - beh, questo è solo un altro nome per vecchiaia, cattiva salute e senilità.

Questi centri di attività rotanti si estendono oltre la carne degli individui sani, ma nella persona anziana, debole, senile, raggiungono a malapena la superficie, tranne che nelle ginocchia.

Suggerimenti per la sicurezza

Come tutti i programmi di esercizi, i 5 Tibetani dovrebbero essere eseguiti con cura. Inizia con movimenti delicati e un basso numero di ripetizioni.

Prendi ulteriori precauzioni se hai:

Problemi cardiaci o respiratori. Prima di provare questi esercizi, parla con il tuo medico per scoprire che sono sicuri per te.

Disordini neurologici. Disturbi come il morbo di Parkinson o la sclerosi multipla possono causare uno scarso equilibrio. Se hai una di queste condizioni, questi esercizi potrebbero non essere sicuri da eseguire.

Condizioni che causano vertigini. Se sei incline alle vertigini, parla con un medico prima di provare il primo rito. Il movimento rotatorio può aggravare varie condizioni, tra cui vertigini , problemi circolatori o nausea da farmaci.

Gravidanza. I movimenti di rotazione e flessione potrebbero non essere sicuri se sei incinta.

Chirurgia recente. I riti possono causare complicazioni se hai subito un intervento chirurgico negli ultimi 6 mesi.

Insomma i 5 Tibetani sono davvero il modo più rapido per ritrovare salute, giovinezza e vitalità. Questo è certamente estremamente economico e richiede solo una piccola frazione della giornata per eseguire che chiunque, indipendentemente dall'età o dal sesso, può eseguire e vedere benefici significativi. Quindi perchè non provare?