Chi è l'ex compagna di Alex Britti: tutto su Nicole

Chi è la compagna di Alex Britti? La donna che fino a qualche tempo fa è stata al suo fianco si chiama Nicole e ha 22 anni meno di lui.

alex britti compagna chi e

Alex Britti, molto geloso del suo privato, ha recentemente annunciato che la storia d'amore con la sua compagna è finita. Vediamo chi è la donna che, alla soglia dei 50 anni, gli ha donato la gioia di diventare padre.

Alex Britti: chi è l'ex compagna Nicole?

Da sempre molto riservato per quel che riguarda la sua vita privata, Alex Britti fino a qualche tempo fa aveva una compagna più giovane di lui di ben 22 anni. Si chiama Nicole, è originaria di Milano e gli ha regalato la gioia di diventare padre. E' con lei, infatti, che il cantautore romano ha messo al mondo il primo e unico figlio, il piccolo Edoardo. In un'intervista del passato al settimanale Vanity Fair, Alex ha così descritto la compagna:

Una ragazza semplice, normalissima e sensibile. Sintonia immediata. Più giovane di me di 22 anni: ma non è mai stato questo tipo di distanza a pesarci.

La loro relazione è andata avanti fino ai due anni di età di Edoardo, poi si sono lasciati. E' stato Britti, seppure molto riservato, ad annunciare la rottura. Intervistato dal Corriere della Sera, ha dichiarato:

Sono single da un pezzo. Attenzione però: sono un papà single. (...) Mai messo la fede. Ci siamo lasciati quando Edo aveva due anni, ora ne ha cinque. È un bimbo sereno, vive metà mese con me e l’altra metà con la mamma.

Alex Britti e Nicole: perché hanno chiamato il bambino Edoardo?

Anche se Nicole aveva lasciato la sua Milano per trasferirsi a Roma, città di Alex, la loro relazione è giunta ben presto al capolinea. Nonostante tutto, resteranno per sempre legati dall'amore che nutrono nei confronti del figlio Edoardo. Il cantautore ha raccontato più volte che lui e l'ex compagna lo hanno "sentito, desiderato, parlato, deciso, cercato, in qualche modo chiamato". Il bambino ha vissuto con tranquillità la separazione dei genitori e adesso vive 15 giorni con la mamma e gli altri 15 con il papà. In merito al rapporto con il pargolo, Britti ha raccontato:

Lo lavo, lo vesto, ci chiacchiero, lo porto a scuola, gli ho pure insegnato a nuotare. Giochiamo: pallone, racchettoni, le lotte con i Pokémon, andiamo a cercare i ragni in giardino. A due o tre anni mi chiedeva sempre la chitarra, ora non più. Però canta bene, è intonato e conosce tutte le sigle dei cartoni animati. Se da grande volesse suonare, core de papà, per me sarebbe una gioia.

Perché Alex e l'ex campagna lo hanno chiamato Edoardo? In omaggio a Edoardo Bennato, collega e grande amico di Britti.