Se ancora non sei convinto di prenotare il vaccino anti Covid-19 devi sapere che non ci guadagnerai solo in salute. Infatti, avrai la possibilità di ricevere anche il bonus vaccino.

Si tratta di un premio, in denaro oppure no, introdotto nei diversi stati del Mondo per incentivare la campagna vaccinale.

Il primo bonus vaccino che ha fatto molto scalpore è stato istituito dal Presidente Biden negli Stati Uniti. Infatti, Biden ha annunciato un premio del valore pari a 100 dollari per i cittadini che decideranno di aderire alla campagna vaccinale. Anche in Italia sono molte le proposte di bonus vaccino. Inoltre, numerose aziende hanno deciso di fornire dei veri e propri bonus ai loro dipendenti.

Tra queste Barberino’s, una startup di barbieri che opera tra Milano, Roma e Torino. La startup ha deciso di introdurre il “cashback vaccinale”. Ciò significa che non verrà imposto alcun obbligo vaccinale, ma coloro che decideranno di aderire alla campagna vaccinale riceveranno 100 euro netti in più in busta paga ed un giorno di ferie in più.

Infine, il Codacons ha proposto in Italia una polizza assicurativa per tutti coloro che si vaccinano.

È bene ricordare che attualmente in Italia è necessario l’utilizzo del Green Pass per svolgere numerose attività ed uno dei metodi per ottenerlo è proprio sottoporsi al vaccino anti Covid-19. 

Inoltre, il Premier Mario Draghi ha voluto sottolineare che l’importanza del vaccino anti Covid-19 va al di là del bonus economico. Infatti egli, riferendosi ai no-vax, ha affermato:

Appello a non vaccinarsi è appello a morire.

Infine, il Premier ha anche sottolineato che una mancata adesione alla campagna vaccinale corrisponderebbe ad un nuovo lockdown. 

Dunque, in questo articolo vediamo quali sono i bonus vaccino che si possono ottenere sia in Italia che nel resto del Mondo. Ricordiamo inoltre che la scelta è strettamente individuale in quanto non esiste, ad oggi, alcun obbligo vaccinale in Italia. 

Bonus vaccino: il perché di queste proposte

Dopo quasi due anni di pandemia da Covid-19, ad alcune persone può sembrare strano che vengano proposti degli incentivi per spingere le persone a compiere il vaccino da Covid-19.

Tuttavia, è bene ricordare che si tratta di una motivazione nobile. Infatti, in questo modo si sta cercando di portare gli indecisi a prendere una decisione circa la vaccinazione

Potremmo definire ciò che sta accadendo facendo riferimento alla teoria del nudge. Infatti, si tratta della cosiddetta “spinta gentile”, con lo scopo di influenzare le persone a prendere alcune decisioni a fin di bene. 

Dunque, scegliendo di fare il vaccino si potrà ottenere oggi un duplice risultato: un beneficio in termini di salute e un bonus vaccino. Inoltre, si tutelerà la salute collettiva, come previsto dall’articolo 32 della Costituzione Italiana.

Per arrivare a questo obiettivo i Governi di tutto il Mondo hanno deciso di introdurre delle misure economiche per incentivare le adesioni alla campagna vaccinale. Queste misure sono state accolte con entusiasmo da una parte della popolazione ed estremamente criticate dall’altra parte. Vediamo insieme quali sono.

Bonus vaccino negli Stati Uniti: 100 dollari a tutti i vaccinati

Colui che inizialmente ha proposto il bonus vaccino è stato il sindaco di New York Bill de Blasio. Infatti, egli decise di dare 100 dollari ai cittadini che si fossero sottoposti alla vaccinazione contro il Covid-19

È stato proprio in quel momento che il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha deciso di estendere questo bonus vaccino a tutti gli USA.

Questo è avvenuto perché, nonostante le numerosissime critiche, il bonus vaccino ha spinto moltissimi indecisi ad effettuare la vaccinazione contro il Covid-19. Dunque, è stato raggiunto il risultato sperato. 

Ma perché questi bonus sono considerati così importanti? Per rispondere a questa domanda dobbiamo ricordare che la variante Delta sta preoccupando la popolazione mondiale. Infatti, l’idea di un’ulteriore ondata e di un conseguente nuovo lockdown spaventa un po’ tutti. Proprio per questo nel Mondo si sta cercando di incentivare la campagna vaccinale. 

Proprio per questo motivo il Presidente americano Joe Biden ha spinto tutti gli Stati ad aderire all’iniziativa proposta da de Blasio: 100 dollari per tutti coloro che completano il ciclo vaccinale. 

Bonus vaccino in Italia: si parte con il Green Pass obbligatorio

Prima dell’introduzione dei bonus vaccino nel nostro Paese, è bene ricordare che è stato istituito il Green Pass obbligatorio. Ciò significa che dal 6 agosto 2021 sarà necessario possedere la certificazione verde digitale per accedere a numerose attività. 

Infatti, oltre ai bonus vaccino per gli indecisi, sono state introdotte numerose limitazioni per coloro che non possiedono il Green Pass. 

Ricordiamo che per ottenere il Green Pass non è obbligatorio fare il vaccino, in quanto in Italia non vige l’obbligo vaccinale. Infatti, per poter scaricare la certificazione verde digitale basterà anche essere guarito dal Covid-19 o aver effettuato un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti. 

Al momento, il Green Pass non è obbligatorio in tutti i luoghi. Infatti, esso è previsto per bar e ristoranti al chiuso, piscine, palestre, centri benessere, eventi e altri luoghi ad alto rischio di assembramento.

In base a quanto afferma il premier Mario Draghi:

Green pass è misura che dà serenità, non la toglie. 

Infine, da settembre il Green Pass verrà esteso anche al personale scolastico, agli insegnanti ed agli alunni di età superiore ai 12 anni. Infine, si pensa anche alla possibilità di introdurre la certificazione verde digitale anche per accedere ai mezzi di trasporto, quali autobus e metropolitane.

Bonus vaccino: gli indennizzi proposti dal Codacons 

Ci sono numerose proposte di bonus vaccino in tutto il mondo. Una molto particolare è presente in Italia e arriva dal Codacons. Infatti, la proposta riguarda un indennizzo per coloro che si vaccinano. Tuttavia, questo indennizzo somiglia molto ad una polizza assicurativa. 

Infatti, si tratta di un indennizzo che viene erogato nel caso in cui coloro che si sottopongono alla vaccinazione contro il Covid-19 registrino delle complicanze

Il bonus vaccino viene erogato dal Codacons in collaborazione con Intesa Sanpaolo e prevede tre diverse tipologie di assicurazione:

  • Diaria per reazione avversa, ma senza ricovero;
  • Diaria per reazione avversa che include anche il ricovero;
  • Diaria per reazione avversa provocata dal contagio da Coronavirus. 

Inoltre, sono previsti anche degli indennizzi nel caso in cui il soggetto vaccinato finisca in terapia intensiva e subintesiva. 

Dunque, come accedere a questo bonus vaccino previsto dal Codacons?

Per prima cosa sarà necessario diventare socio, versando un contributo di 10 euro. In questo modo sarà possibile accedere a diversi indennizzi previsti dal bonus vaccino:

  • Per malattia riscontrata a seguito del vaccino, si ottengono 30 euro al giorno, per la durata di 15 giorni;
  • Per ricovero a seguito del vaccino, si ricevono 130 euro al giorno dal terzo al trentesimo giorno in ospedale;
  • In caso di contagio da Coronavirus dopo aver effettuato il vaccino, si possono ottenere 150 euro al giorno per un massimo di 15 giorni;
  • Per coloro che dovessero essere ricoverati in terapia sub-intensiva, è previsto un indennizzo pari a 1.200 euro;
  • Nel caso di ricovero in terapia intensiva, la cifra aumenta a 2.000 euro.

Per accedere alla polizza assicurativa di Codacons e Intesa Sanpaolo dovrai avere un’età massima di 74 anni. Inoltre, questo bonus vaccino ha una durata limitata. Infatti, la copertura sarà valida solo fino al 31 dicembre 2021. Per maggiori informazioni è disponibile il volantino Codacons.

Mille euro per le vacanze come bonus vaccino: la proposta di Forza Italia

Parlando di bonus vaccino, non mancano neanche le proposte provenienti da tutte le forze politiche. Molto particolare è quella avanzata da Sestino Giacomoni, deputato di Forza Italia

Questa proposta di bonus vaccino presuppone l’utilizzo di un voucher del valore pari a. 1.000 euro destinato a tutti coloro che completano il ciclo vaccinale. Ricorda: questo bonus vaccino sarebbe valido solo per coloro che decidono di trascorrere le vacanze estive nel nostro Paese. 

Infatti, attraverso la proposta presa in esame, si cerca di perseguire un duplice obiettivo. Da una parte si darebbe una spinta alla campagna vaccinale, dall’altra si aiuterebbe la ripartenza del settore turistico italiano.

Infine, il deputato di Forza Italia ha equiparato coloro che non si vaccinano a degli evasori fiscali, che beneficiano di qualcosa che non pagano. Infatti, ha aggiunto: 

Aiutiamo il turismo e non mandiamo in giro persone che propaghino il virus e al tempo stesso premiamo gli onesti, chi paga le tasse e chi si vaccina.

Bonus vaccino: ogni Stato ha la sua proposta

Visto il funzionamento del bonus vaccino, sono stati molti gli Stati che hanno deciso di inserire questa tipologia di incentivo. In questo modo, infatti, tutto il Mondo sta dando una spinta gentile alla campagna vaccinale. 

Ma qual è l’obiettivo? Per capirlo ricordiamo ciò che è accaduto in Francia. Infatti, il Presidente francese Macron ha ottenuto un aumento vertiginoso del numero di vaccinati. Come ha fatto? Ha inserito il Green Pass obbligatorio per lo svolgimento di moltissime attività. 

Dunque, sono molti gli Stati che stanno cercando di convincere gli indecisi a vaccinarsi tramite l’applicazione di bonus ed incentivi legati al vaccino. Alcuni di essi sono anche molto originali.

Un esempio di originalità arriva proprio dagli Stati Uniti. Infatti, per incentivare la campagna vaccinale, vengono proposti omaggi e convenzioni. Essi vanno dai buoni per accedere ad eventi e musei, ai buoni per l’aperitivo. Inoltre, alcuni Stati si spingono oltre e propongono birre e joint già rollati in omaggio

Queste particolari iniziative non si fermano agli Stati Uniti. Infatti, anche Israele ha offerto hummus, dolci e pizza a coloro che erano in fila per la vaccinazione.

In Germania, la catena dolciaria Krispy Kreme ha promesso una ciambella glassata per tutti coloro che termineranno l’intero ciclo vaccinale.

Altri premi arrivano dal Giappone, dove delle aziende private hanno messo in palio appartamenti, lingotti d’oro e automobili elettriche.

Invece, in Russia, tra coloro che effettuano il vaccino ci saranno dei vincitori a cui spetteranno delle automobili. Inoltre, tutti coloro che hanno effettuato il vaccino hanno avuto la possibilità di accedere al Castello Dracula.

In Cina, coloro che hanno terminato il ciclo vaccinale hanno avuto diritto a ricevere due dozzine di uova e una gallina

Infine, in Italia, sabato 14 agosto si terrà un open day dedicato ai giovani tra i 12 e i 19 anni. Cosa non potrebbe mai mancare? Il gelato. Infatti, sarà proprio questo il bonus. Coloro che si vaccineranno a cavallo di Ferragosto otterranno in omaggio un cono gelato.