Questo articolo è dedicato a coloro che non sanno ancora dove andare in vacanza, o semplicemente vogliono viaggiare con la fantasia. Infatti, parleremo di un luogo che si trova nella Regione Campania che spesso risulta essere poco conosciuto: il Cilento.

Infatti, pensando alle zone marittime della Campania, si pensa sempre a luoghi come Capri, Amalfi o Sorrento. Tuttavia il Cilento ha ricevuto nel 2021 ben 13 Bandiere Blu dal FEE

Se vi state chiedendo quali sono le cose da vedere nel Cilento, dovete sapere che sono estremamente numerose. Infatti, il Cilento è una regione ricca di possibilità sia sulle splendide coste, che nell’entroterra. Inoltre la maggior parte del territorio si trova all’interno del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, patrimonio UNESCO dal 1997.

Vediamo dunque quali sono le cose da vedere nel Cilento e come organizzare un tour di questa meravigliosa regione spesso sconosciuta.

Cose da vedere in Cilento: dove ci troviamo?

Prima di capire quali sono le cose da vedere in Cilento, è bene definire dove ci troviamo. 

Infatti, per Cilento si intende la zona che da Salerno arriva sino al confine con la Basilicata. Dunque ci troviamo nella zona meridionale della Regione Campania.

Molti non sanno che questa zona faceva parte del territorio della Lucania. E, nonostante non sia più parte di essa, le tradizioni, i caratteri e la cultura locale si sono mantenuti tipicamente lucani.

Ma perché si chiama Cilento?

Le origini del nome vengono ricondotte al fiume Alento. Infatti, in greco cis – alentum significa al di qua del fiume Alento. 

Cilento e poesia

Il Cilento ha per anni ispirato numerosi poeti e cantori. Infatti, molti reperti della mitologia greca e romana sono ispirati a questa terra. 

Sicuramente uno dei più celebri ha preso vita sulle coste di Punta Licosa. Infatti, fu proprio in questa terra che Ulisse, nell’Odissea, sfidò il canto delle sirene.

Inoltre in molti raccontano che Ernest Hemingway fu talmente affascinato dal Cilento, che ambientò qui il suo famoso romanzo “il Vecchio e il mare. Proprio per questo, entrando nel comune di Acciaroli, uno dei paesi costieri più belli del Cilento, si può notare un manifesto riportante la scritta:

Il paese di Hemingway.

Queste sono solo alcune delle storie legate a questo territorio non molto pubblicizzato e tutto da scoprire.

Cilento e UNESCO

Il Cilento è una culla di una storia molto antica. Infatti, questa terra presenta testimonianze di culture e di insediamenti di 250.000 anni fa. 

Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano sono un’area Riserva della Biosfera MAB dal 1997. Inoltre, nel 2010 la stessa zona è stata iscritta nella rete dei Geoparchi UNESCO.

Quali sono le cose da vedere in Cilento?

Le cose da vedere in Cilento sono moltissime. Infatti, non sempre basta una breve vacanza estiva per visitare tutte le bellezze di questa regione. 

Tuttavia, una vacanza ben organizzata in Cilento può portare alla scoperta di luoghi incredibili.

Ovviamente in questo articolo non verranno affrontati tutti i punti di interesse della regione. Tuttavia si cercherà di dare una panoramica, simile ad un itinerario di viaggio, al fine di portarvi a scoprire luoghi poco pubblicizzati e, dunque, quasi sconosciuti.

Iniziamo subito ad immergerci in questa regione e a capire quali sono le cose da vedere in Cilento.

Iniziamo il tour da Paestum, dove si trova uno dei più importanti reperti della Magna Grecia. Infatti, visitando il Museo Archeologico Nazionale si potranno ammirare tre templi conservati molto bene:

  • Tempio di Nettuno;
  • Tempio di Athena;
  • La Basilica, un tempio dedicato ad Hera.

Inoltre, visitando Paestum nel mese di settembre, troverete anche una manifestazione di mongolfiere. In questo modo, si potrà salire a bordo della mongolfiera ed ammirare la valle dei templi dall’alto.

Proseguendo verso sud troviamo Santa Maria di Castellabate, paese famoso per il celebre film “Benvenuti al Sud con Claudio Bisio e Alessandro Siani. Ovviamente non mancheranno i gadget dedicati al film, motivo per cui il tranquillo borgo è stato preso letteralmente d’assalto sai turisti. Infatti, non è raro che le persone che soggiornano a Castellabate cerchino di rivivere le scene del famoso film.

Il paese è tutto da scoprire: infatti, partendo dal borgo medievale, si potrà proseguire verso il litorale. La costiera è molto lunga e include le spiagge più ricercate dell’intero Cilento. 

Se siete appassionati di speleologia non potete perdervi le Grotte di Castelcivita, che fanno parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. L’ingresso si trova su un piazzale a 94 metri di altezza sul livello del mare. Successivamente si procede con il tour fino ad arrivare ad ammirare le stalattiti e le stalagmiti presenti nelle grotte.

Altre grotte da visitare senza dubbio sono quelle di Pertosa-Auletta, uniche nel loro genere in quanto conservano resti di un villaggio antichissimo. Inoltre, all’interno di esse sarà possibile fare un giro su una barca. Infatti, all’interno di queste grotte è presente un piccolo fiume.

Per gli appassionati di archeologia vi è l’area archeologica di Velia, dichiarata patrimonio dell’UNESCO nel 1998. Questo parco archeologico comprende tre nuclei: la parte meridionale, la parte settentrionale e l’acropoli. Il costo è di 6 euro e, con lo stesso biglietto, è possibile visitare anche la valle dei templi di Paestum.

Tra le cose da vedere nel Cilento vi è anche il maggior monumento monastico dell’Italia meridionale: la Certosa di Padula (o Certosa di San Lorenzo). Anche questo sito è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1998.

Infine, impossibile non citare l’oasi Capelli di Venere. Si tratta di una fiabesca cascata situata a Casaletto Spartano. Non solo un meraviglioso spettacolo da vedere, ma vi è anche la possibilità di fare un bagno nelle piscine naturali create dalle cascate. Attenzione però: la temperatura si aggira tra i 6 e gli 8 gradi.

Cilento cose da vedere: le spiagge

Come abbiamo visto, ben 13 tra le spiagge del Cilento sono state premiate Bandiera Blu dal FEE nel 2021

I comuni premiati sono quelli di:

Tra le cose da vedere nel Cilento ci sono senza dubbio le sue meravigliose spiagge. Infatti, potrete imbattervi in spiagge sabbiose, ma anche a ciottoli. Insomma, ci sono spiagge per tutti i gusti.

Oltre alle spiagge più famose e più frequentate, ne esistono altre più selvagge e difficilmente raggiungibili. Inutile dire che sono le migliori.

Un’esempio è la spiaggia Cala Bianca. Infatti, qui potrete trovare una spiaggia di ciottoli con una bellissima acqua cristallina. La spiaggia Cala Bianca nel 2013 ha ricevuto il premio Legambiente come spiaggia più bella d’Italia

Per raggiungere questa spiaggia il metodo più semplice è passare dal mare. Infatti, vi sono numerose imbarcazioni che fanno tappa proprio in questo angolo di paradiso.

Se invece vi piace camminare, è possibile raggiungere la spiaggia Cala Bianca tramite il sentiero degli Infreschi che parte da Marina di Camerota.

In questo video, realizzato da Stefano Castellano, vediamo l'escursione per raggiungere la spiaggia Cala Bianca e Baia degli Infreschi:

Per gli amanti della natura selvaggia la spiaggia di Ascea può essere la scelta giusta. Infatti, essa è tra le più belle e selvagge di tutto il Cilento. Vicino a questa spiaggia è possibile imboccare un sentiero, chiamato Sentiero degli Innamorati, che vi porterà fin sopra la montagna. In questo modo avrete la possibilità di ammirare l’intera spiaggia dall’alto.

Vi è poi la Baia del Buon Dormire, molto particolare e suggestiva. Essa è raggiungibile solo dal mare, in quanto è un piccolo tratto di sabbia in mezzo alle rocce della montagna. 

Infine, partendo dal promontorio di Capo Palinuro è possibile fare un tour delle grotte di questa bellissima località marittima. L’escursione ha una durata di circa due ore a bordo di un gozzo, una tipica imbarcazione.

Tra le principali attrazioni che vengono visitate durante il tour delle grotte di Palinuro vi sono:

Il tour si conclude con una sosta di 30 minuti nella zona di Cala degli Infreschi. In questa occasione i partecipanti potranno godersi un bagno tra le acque cristalline.

Oltre alle cose da vedere: cosa mangiare in Cilento

Così come le cose da vedere, anche le cose da mangiare in Cilento sono numerose. Infatti, questa terra è ricca di specialità gastronomiche e culinarie. 

Si dice che la dieta mediterranea sia nata a Pioppi, paese costiero del Cilento

Dunque, dopo aver scoperto quali sono le cose da vedere in Cilento, vediamo cosa mangiare. 

La cucina cilentana non si presenta come raffinata, anzi. Questa terra ha fatto del suo essere rude il suo punto di forza. Un esempio di ciò è dato dalle tipiche friselle, da consumare con olio (tanto olio) e pomodoro. 

Tuttavia vi sono altri piatti tipici che riusciranno a deliziare tutti i tipi di palato. 

Tra questi troviamo la Mozzarella di bufala, ma non solo. Un’altra tipologia di mozzarella molto apprezzata è quella nella mortella, chiamata “a mozzarella inda a mortedda”. Si tratta di un filo di mozzarella avvolto nel mirto.

Vi è poi il pomodoro giallo, pomodoro dal sapore piuttosto acido. Ma non solo, potrete trovare anche il Caciocavallo podalico e il Cacioricotta caprino.

Passando al dolce, come non citare i Morselletti cilentani, prodotti in particolare a Castellabate. Essi vengono anche chiamati “viscuotti ccu ‘i mènule”, ossia biscotti con le mandorle.

Cilento cose da vedere per tutti i gusti

Questa è solo una piccola parte delle cose da vedere in Cilento. Sarà un viaggio particolare, che vi porterà alla scoperta di territori e borghi suggestivi. Spesso potreste avere anche l’impressione che il tempo si sia fermato.