L’autunno porta con sé un tanto atteso ritorno, quello del cinema, finalmente si torna in sala e i titoli attesi per questa stagione sono davvero tanti. Si pensi solo a Dune o a Diabolik

L’estate da poco trascorsa la si potrebbe considerare alla stregua di un antipasto, in attesa del succulento piatto che ci riserverà la stagione autunnale

Settembre ha segnato l’inizio di una nuova ondata di grandi film, blockbuster, eventi e appuntamenti di dalle molteplici sfaccettature. Stare al passo non sarà un gioco da ragazzi. Gli appassionati di cinema e anche quelli più profani non stanno nella pelle, le narrazioni che si preannunciano straordinarie non si contano. 

Proveremo, per sommi capi, a delineare cosa c’è ad attendere gli amanti del cinema nelle sale, con un occhio anche all’inizio dell’anno nuovo. La ripresa, mai come in questo 2021, potrebbe rivelarsi come una delle più avvincenti degli ultimi vent’anni. 

Intanto, Erika Notarangelo, in un video caricato sul suo canale Youtube, ci consiglia i 10 film da vedere almeno una volta nella vita:

Cinema d’autunno, ecco i blockbuster

Giungere al sodo, una massima più che filosofica, esistenziale. Ammesso che i film d’autore siano l’Olimpo del cinema, dopo tanti patimenti adesso il desiderio è solo e solo uno: un racconto epocale da proiettare necessariamente sul grande schermo, accompagnato dall’intero parterre di tinte smaglianti, dall’insostituibile Dolby surround e, forse esagerando, da poltroncine vibranti. 

Il riferimento è proprio ai blockbuster. 

È uscito da qualche giorno, dopo trepidante attesa, Dune: un rivisitazione del noto romanzo sci-fi, si tratta di kolossal visionario che vede come personaggi principali due tra gli attori attualmente più in voga, Timothée Chalamet e Zendaya. Il racconto vede come protagonista un ragazzo, Paul Atreides, l'erede che, affidandosi al trailer, potrebbe mettere in salvo il genere umano o metterci la parola fine. La fedina penale del padre non depone a favore. 

Altro film da annotare il cinecomic Eternals con l’intramontabile Angelina Jolie. La pellicola dovrebbe arrivare sul grande schermo il 3 novembre, con la distribuzione targata Disney. In cabina di regia ecco Chloé Zhao, dominatrice degli Oscar 2021 con Nomadland. Ora, s’intende, il genere muta radicalmente, dando il benvenuto alla Jolie nello sconfinato cosmo della Marvel

Nel film, l’ex coniuge di Brad Pitt veste i panni di Thena, la protagonista dovrà impegnarsi per proteggere il mondo intero dai minacciosi Devianti. Nel cast si annoverano anche le interpretazioni di Richard Madden nel ruolo di Icarus e di Salma Hayek nei panni di Ajak. 

Le avventure degli eroi in calzamaglia proseguono con Spiderman: No way home, previsto per dicembre 2021, e l’esordio di Shang - Chi e la leggenda dei dieci anelli, l’occasione per vedere in azione il primo eroe asiatico munito di poteri speciali. 

Per ammirare le indagini e azioni del nuovo Batman, sotto la cui maschera si celerà il volto di Robert Pattinson, si dovrà attendere il 2022, anno che vedrà anche il sequel dell’epico Avatar.

Nel conto delle pellicole progettate per essere seguite sul grande schermo bisognerà includere senza troppi indugi anche il riadattamento di West Side Story. L’opera, che vede la direzione di Steven Spielberg, approderà al cinema in dicembre, in una trasposizione ricca di colori, impetuosa ed intensa.

Non mancano alcune indiscrezioni, addetti ai lavori segnalano come Spielberg abbia preso a modello non il popolare cult uscito nel 1961 e diretto da Robert Wise trionfatore agli Oscar con ben dieci statuette, ma la pellicola originale, messa a punto nel 1957. La vicenda è quella celebre: il sentimento amoroso tra due giovani che viene ostacolato in quanto appartenente a fazioni tra loro avverse. 

A vestire i panni dei due innamorati sono l’ex estro della inganno Ansel Elgort e l’attrice drammatica Rachel Zegler, debuttante sullo schermo cinematografico. 

In conclusione, in sala si potranno gustare tre sequel dal sapore più che mai nostalgico, nell’ordine Top Gun: Maverick, in uscita a novembre; The Matrix 4, con la garanzia Keanu Reeves, e Ghostbusters: legacy, che vanta nel cast il volto di Stranger Things, Finn Wolfhard.

Cinema, i sempreverdi biopic

Una massima, non perdere di vista i biopic. Se in un tempo, non troppo remoto, avremmo potuto considerarlo un genere destinato a una platea quasi esclusivamente elitaria, oggi si pone come un prodotto suggestivo in grado di coinvolgere anche un seguito più mainstream

E allora, tra l’inizio dell’autunno e la conclusione del 2021 si potrebbero segnalare almeno cinque titoli da non perdere. In primis vi è Respect, titolo che celebra quello della canzone di Aretha Franklin, che in effetti potrebbe essere il miglior modo per sintetizzare, in breve, i tratti salienti della pellicola.

Con la distribuzione affidata a Eagle Pictures, il film riprende la vicenda esistenziale della nota star, ripercorrendo i primi anni, tempo in cui la si snobbò e sottovalutò. In sostanza, un biopic a elevato groove musicale, contenuti sociali e #blacklivesmatter. A interpretare Aretha ecco una clamorosa Jennifer Hudson

Per gli estimatori e nostalgici degli anni Novanta l’appuntamento è con il francese Aline su Celine Dion. Il film strizza l’occhio al biopic incamminandosi poi su un sentiero piuttosto originale: benché scandisca la vita di Dion, la protagonista prende il nome di Aline Dieu e viene interpretata dalla medesima regista Valérie Lemercier. Una scelta quantomeno singolare. Per di più Oltralpe il film è già in sala, mentre da noi giungerà in autunno, con la distribuzione Lucky Red. 

Per gli sportivi incalliti ecco l’arrivo in sala di I'm Zlatan e King Richard

Dopo l’esperienza sanremese, l’eterno Ibrahimovic si prende anche il cinema: ispirandosi all’omonima autobiografia, I'm Zlatan vuole raccontare le vicende non solo sportive dell’esistenza dell’amato calciatore svedese, dalla fanciullezza pregna di disagio ai trionfi che lo hanno legittimato a stella indiscussa del calcio mondiale. Nota a margine: il 2022 vedrà Ibra finanche nei panni di attore. L’occasione sarà il nuovo film di Asterix e Obelix.

A seguire ecco King Richard. Il film racconta la vicenda delle celebri tenniste Serena e Venus Williams. La particolarità è che il tutto viene ricostruito dalla prospettiva del padre e manager Richard, ruolo assegnato a una garanzia in quanto a interpretazioni dai toni emozionali e drammatici, Will Smith. Stando ad alcuni rumor questa potrebbe essere la volta buona per l’assegnazione di un Oscar al celebre Principe di Bel - Air. 

Chiudiamo con un biopic dai toni reali, Spencer. Il regista ricompone tutto quanto vi sia stato alla base del noto divorzio di Lady D, il cui personaggio è stato affidato a Kristen Stewart.

Il cinema degli italiani

All’appello non mancano gli italiani. In cima alla lista ecco arrivare due pellicole molto attese: Freaks out e Diabolik

L’uscita del primo è prevista per il 28 ottobre, quella del secondo sarà invece la portata principale del prossimo Natale. Per entrambi si preannuncia un successo al botteghino: la platea è in spasmodica attesa da anni in vista del secondo lavoro del romano Gabriele Mainetti. Dopo Lo chiamavano Jeeg Robot, Freaks out potrebbe porsi come parimenti sorprendente e innovativo. 

Per quel che riguarda invece Diabolik, l’idea si presenta quasi da sola. A concedere il volto – sebbene mascherato - al rinomato ladro è stato Luca Marinelli mentre a Eva Kant sarà prestata l’innato incanto di Miriam Leone.

Entro il termine del 2021 nelle sale ecco l’ultimo atto cinematografico dell’amato e compianto Gigi Proietti: l’attore romano figurerà da protagonista in Io sono Babbo Natale, assieme al bravo Marco Giallini. Un binomio che giura gran bel cinema, un’occasione per ammirare ancora il grande Gigi.  

Atteso per il 30 dicembre il prequel de La befana viene di notte - le origini. Tra i protagonisti una inedita Monica Bellucci che interpreta il ruolo di una strega benigna. Spetterà a lei mettere in salvo e formare la giovanissima protagonista Paola (Zoe Massenti): una fanciulla che vede scorrere la sua vita per le strade, tra espedienti e piccoli raggiri, finendo però nell’inemicarsi il personaggio sbagliato, ovvero il temibile Barone De Michelis (Fabio De Luigi).

Altre uscite da annotare sull’agenda.

Il debutto in cabina di regia di Jasmine Trinca, che guida Alba Rohrwacher in Marcel!, la visione apocalittica di Siccità diretto da Paolo Virzì, adattato in una Roma dove la pioggia non cade da più di un anno, e ancora la commedia dai toni romantici Lasciarsi un giorno a Roma di e con Edoardo Leo. Il tramonto di una vicenda amorosa, tematica che da sempre pone domande emozionando continuamente. Film in uscita nel 2022.  

Da segnalare anche moltissimi trasposizioni letterarie: Tre piani di Nanni Moretti, Il colibrì diretto da Francesca Archibugi, Il sergente nella neve che vede alla regia Matteo Rovere. E ancora, Promises, una coproduzione italo francese che vanta nel novero dei suoi attori il nostro Pierfrancesco Favino. La sceneggiatura vede la scrittura e la produzione di Amanda Sthers, autrice dell’omonimo best-seller a cui la vicenda cinematografica deve l’ispirazione. 

Il cinema e il mondo dei cartoni

Assolutamente da non tralasciare il genere più amato al cinema e in sala, il mondo dei cartoni. La riapertura delle sale vede il trionfante ritorno della grande animazione. Diciamolo, il cartone di rito a marchio Disney quasi si guarda d’ordinanza

Allora ecco Encanto, in uscita a novembre: la protagonista è una giovane che è la sola, nel suo nucleo familiare, a non disporre di poteri magici. Una vera e propria grana per lei. La vicenda viene inserita in un ambiente selvaggio e inviolato. 

Si conta anche un altro ritorno in grande stile: la Famiglia Adams. Si tratta di un sequel d’animazione. In ultimo, da segnalare anche Ron - Un amico fuori programma: un racconto incentrato sull’importanza dell’amicizia, inserito in un contesto dove i robot vivono alla stregua di esseri umani. Sono proprio i robot a rappresentare i fedeli compagni dei più piccini. Salvo che proprio il robot del protagonista pare presentare un guasto.