Come migliorare l’autostima: 7 trucchi per decidere di cambiare e amarsi un po’ di più

A volte ci sentiamo la somma di debolezze e fallimenti senza fine. Ma ci sono alcuni trucchi per migliorare l’autostima. Ecco come amarsi di più.

A volte si tratta solo di momenti. Altre volte invece di una voce interiore che ci accompagna sempre e ci fa sentire una nullità, la somma di debolezze e fallimenti senza fine.

Ma ci sono alcuni trucchi per migliorare l’autostima. E prima iniziamo a metterli in pratica e prima inizieremo a goderci la vita.

Cosa fare quando si ha poca autostima

L’autostima è la stima che nutriamo nei confronti di noi stessi. Una sorta di “pagella” che ci auto infliggiamo, riguardante il carattere ma anche l’aspetto fisico, la situazione lavorativa così come quella relazionale.

Spesso la mancanza di autostima ha radici profonde dentro di sé: la relazione con i genitori influisce molto, da questo punto di vista, sia che si tratti di figure assenti o aggressive, sia troppo severe e giudicanti, nel periodo dell’infanzia.

Può accadere anche di essere una persona con un buon livello di autostima ma di perderla, in un particolare momento della propria vita.

Magari un trauma, un lutto, un’esperienza dolorosa a livello di rapporto personale di coppia o la perdita del lavoro, possono gettare nel baratro anche chi ha sempre avuto una buona considerazione di se stesso.

In questi casi allora è importante fare in modo che tale malessere non diventi cronico ma affrontarlo in maniera diretta e decisa.

Come recuperare l’autostima perduta

Se si tratta di un momento di insicurezza sopraggiunto a causa di un evento (o una serie di concause) negativo, allora può essere d’aiuto focalizzarsi sul presente e approfittare delle difficoltà sopraggiunte per fare un bilancio della propria vita.

Chiaramente, in questi momenti in cui si vede tutto “nero”, è probabile che la lista delle cose negative sia lunghissima, a discapito di ciò che invece di positivo c’è in noi e in quello che abbiamo realizzato fino a quel momento.

Un bilancio non serve a puntare il dito su ciò che non va. Serve invece a capire se gli obiettivi che si stanno perseguendo sono davvero “nostri” o se invece non siano gli altri ad aspettare che li raggiungiamo.

Ed è anche importante distaccarsi dai propri obblighi e dai doveri che spesso lo status sociale impone.

Un esempio? Ripetersi in continuazione “Dovrei essere una buona madre” perché è così che si “deve” fare, non è motivante e anzi abbassa l’autostima. La motivazione invece arriva dall’azione e da buoni propositi “concreti”.

Quindi il “dovere” di essere una brava mamma diventa: “Voglio essere più presente con mio figlio”, quindi mi organizzerò sul lavoro per accompagnarlo in piscina, essere presente alle gare, seguirlo nei compiti ecc.

Come aumentare l’autostima, esercizi

Il primo passo è individuare le cause principali che ci portano a sentirci una nullità (o del perché i nostri familiari ad esempio ci considerano tali).

Si tratta di una fase delicata, in cui l’aiuto di uno psicoterapeuta rappresenta senza dubbio la chiave giusta per sbloccare il meccanismo in cui siamo rimasti chiusi.

Il secondo passo consiste allora nel fare una lista di quelli che sono i nostri reali bisogni. E impegnarsi per raggiungere i risultati che ci stanno davvero a cuore.

Come si fa a far salire l’autostima: 7 trucchi per migliorarla

Una volta ristabilite le priorità a grandi linee, bisogna trovare il modo di iniziare nel quotidiano, passo dopo passo. Cosa fare?

1. Fai un elenco

Il macro obiettivo è imparare ad amarsi di più. Solo così si ritroverà la voglia di impegnarsi e non sprecare tempo. Scrivi almeno 5 cose che sai fare bene, quelle che non hai il coraggio di fare e ciò che ti fa apprezzare dalle altre persone.

2. Dormi bene

Il cortisolo è l’ormone dello stress che appesantisce mente e corpo. Per abbassarlo, è indispensabile dormire 7-8 ore di sonno indisturbato, nelle ore migliori per il riposo, vale a dire quelle notturne.

3. Mangia bene

Curare l’alimentazione non significa solo scongiurare le malattie. Mangiare bene migliora i livelli di benessere e di energia e ci dà voglia di fare.

4. Fai sport

Fino a stancarti, verrebbe da dire. Sì, perché fare attività fisica produce endorfine, che è un antidoto formidabile contro la bassa autostima. Attenzione ai falsi miti dell’attività fisica.

5. Inizia una nuova attività

Scegli un corso magari di quelli proposti in città, così hai la possibilità di stare con altre persone. Oppure aggiornati grazie a un corso di formazione online, così da migliorare le tue competenze. Puoi anche decidere di alzarti mezz’ora prima al mattino per meditare o iniziare a scrivere un libro.

6. Meno social, più vita sociale

Il modello offerto dai social media è fasullo ed è normale sentirsi sempre inadeguati davanti a tanta perfezione, bellezza, ricchezza, fama (tutto non sincero). Meglio camminare per strada, andare ai mercatini, scambiare due chiacchiere con gli estranei, iniziando conversazioni casuali. Scoprirai che non sono ostili con te, anzi spesso un solo sorriso o un complimento permettono di migliorare la giornata.

7. Cura il tuo aspetto

Prova nuove combinazioni di colori, vai dal parrucchiere o concediti una manicure. Se ti lasci andare, il rischio di vedersi sciatti è concreto. Per migliorare l’autostima invece è indispensabile prendersi cura di sé, soprattutto nei dettagli.

Natalia Piemontese
Natalia Piemontese
Consulente lavoro online e professioni digitali, classe 1977. Sono Natalia, Piemontese di cognome, pugliese di nascita e calabrese d'adozione. Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Bari, ho conseguito un Master in Selezione e Gestione delle risorse umane. Mamma bis, scrivo sul web dal 2008. Sono specializzata in tematiche del lavoro, business nel digitale e finanza personale. Responsabile del blog #mammachebrand, ho scritto un e-book "Mamme Online, come gestire casa, lavoro e figli".
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate