Pentola bruciata, con questi 5 rimedi della nonna la pulisci subito: ecco come scrostarla

Se hai appena notato che la tua padella è annerita e bruciata, non preoccuparti: ecco 5 rimedi per scrostare le padelle annerite.

Quando è il momento di lavare i piatti, tutti spariscono: certamente lavare pentole, padelle e posate non è tra le faccende domestiche più amate dagli italiani.

Sicuramente non è una routine a cui ci si può sottrarre soprattutto per una questione di igiene. Lasciare tutto nel lavello non provoca altro che un aumento di batteri e cattivi odori rendendo ancora difficili da eliminare le incrostazioni che si sono formate.

Usando pentole e padelle quotidianamente è molto facile che si creino delle incrostazioni dovute a bruciature di cibo, sporco e unto.

Ma non dobbiamo subito pensare a buttare le vecchie per acquistare le nuove ne tanto meno dobbiamo correre ad acquistare prodotti e detergenti per pulirle.

Esistono alcuni rimedi naturali o della nonna che permettono di rimettere a nuovo le pentole bruciate.

Ecco 5 semplici trucchi da mettere in atto per far tornare brillanti le vostre pentole.

Pentola bruciata, ecco come scrostarla con questi 5 rimedi della nonna

Per pulire pentole e padelle incrostate molto spesso per una questione di velocità ci affidiamo ai prodotti presenti al supermercato, ma qualora volessimo usare i rimedi tradizionali della nonna, potremmo risparmiare un sacco di soldi.

Si tratta di metodi naturali, poco conosciuti che aiutano ad eliminare lo sporco ostinato, le incrostazioni e le bruciature che si sono formate sulle pentole a causa del loro utilizzo.

Con piccoli ed efficaci accorgimenti potremmo far tornare a splendere le nostre padelle bruciate, eliminando incrostazioni e residui.

La prima cosa da sapere è però quella che bisogna evitare l’utilizzo di  una spugnetta abrasiva soprattutto se la pentola è antiaderente, per evitare di rovinarla.

Poi potere usare:

  • Limone

  • aceto

  • bicarbonato

  • sale

Come pulire il fondo di una pentola bruciata?

Una soluzione molto facile per pulire le pentole bruciate soprattutto sul fondo è quella di immergerla per un quarto d’ora in acqua tiepida con l’aggiunta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio e di succo di limone.

Se invece lo sporco è superficiale, si può usare acqua, bicarbonato e sale grosso lasciando  cuocere il tutto per mezz’ora circa a fiamma bassa.

Altra tecnica è quella di portare ad ebollizione acqua e detersivo passando sul fondo una spugna quando il tutto si è raffreddato.

E se la padella ha il rivestimento antiaderente? Per questa soluzione meglio usare il bicarbonato lasciando a bagno la padella in acqua tiepida ed aggiungendo il prodotto e strofina con una spugna non aggressiva.

Come togliere il nero sotto le pentole?

Le pentole bruciate esternamente risultano molto annerite alla vista perché sono state esposte a fiamme troppo alte.

Ma per riportarle al loro stato originario è opportuno strofinare la superficie esterna con una spugnetta in alluminio imbevuta di aceto.

Molti utilizzano prima l’aceto applicandolo con uno spray e poi il bicarbonato, lasciando agire per qualche minuto prima di risciacquare.

Una tecnica alternativa è quella di immergere la pentola a bagnomaria in un recipiente contenente acqua in ebollizione e pezzi di rabarbaro fresco.

Come pulire l’acciaio annerito dal fuoco?

L’acciaio inox delle padelle con il tempo si può annerire dalla fiamma. Per rimuoverlo è sufficiente usare una spugna abrasiva per rimuovere le macchie più difficili, e poi una spugna morbida per rimuovere i residui.

Evitate di usare prodotti corrosivi e acidi.

Un rimedio della nonna è quello di usare un composto fatto di aceto, limone e bicarbonato che andrà passata sulla superficie di acciaio.

Questo andrà lasciato agire per qualche minuto  e poi bisognerà passare con una spugnetta ed asciugata con un panno morbido.

Come pulire le pentole di alluminio bruciate?

Tanti sono i rimedi per ripristinare le padelle di alluminio bruciate tra i tanti metodi usati c’è l’acqua e bicarbonato.

Basterà passare un panno morbido sulle pentole e poi asciugarle con della carta di giornale.

L’altro rimedio della nonna è quello di usare cenere e olio d’oliva. Vanno semplicemente diluiti due o tre cucchiai di cenere in un po’ d’olio d’oliva: il composto così ottenuto andrà passato sulla parte esterna delle pentole e padelle.

Altro rimedio è quello di usare acqua, limone e aceto facciamo bollire per 10 minuti, poi sciacquiamo con acqua e asciughiamo.

Achiropita Cicala
Achiropita Cicala
Collaboratore giornalistico, classe 1985.Ho una laurea magistrale in Economia Applicata, conseguita presso l'Università degli Studi della Calabria. A percorso universitario ultimato, ho approfondito sul campo le competenze acquisite in Finanza e Statistica presso alcuni studi commerciali. Attualmente, collaboro con diverse testate giornalistiche online per le quali scrivo, con flessibilità, di argomenti che spaziano dall'economia alla politica, dal mondo della scuola a quello dell'amministrazione pubblica. Passioni? La scrittura in primis, la grafica in secundis!
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate