Gli amanti dei viaggi, potrebbero a un certo punto sentire la necessità di una maggiore dose d'avventura, qualcosa che solletichi il palato e apra nuovi orizzonti fino ad allora inesplorati.

La verità è che esistono una serie infinita di metodi per viaggiare in modo avventuroso, i quali esporranno a livelli crescenti di difficoltà ma anche a una quantità esponenziale di gratificazione.

Ovviamente non tutti i metodi possono calzare per chiunque, quindi occorre decidere bene quali siano i compromessi che si è disposti a fare, magari spingendosi un po' fuori dalla propria comfort zone ma senza porsi in situazioni completamente al di là dalle proprie capacità di adattamento, finendo col non godersi la vacanza.

I viaggi avventura sono molto belli, ma possono risultare anche incredibilmente difficili se non si ha il giusto spirito e le capacità d'adattamento necessarie per prendere le cose nel verso giusto.

Trovarsi a migliaia di chilometri da casa senza il corretto equipaggiamento o le nozioni necessarie per sapere cosa fare e come farlo, possono trasformare una bella vacanza in un vero e proprio incubo.

Per questa ragione è meglio partire con calma, sperimentando livelli crescenti di emozioni e difficoltà documentandosi prima e cercando di avere le idee chiare prima d'imbarcarsi sul primo volo in partenza.

Per dare qualche idea al viaggiatore alla ricerca di adrenalina, questi sono alcuni esempi di viaggi avventurosi disposti in ordine crescente di difficoltà logistiche e di adattamento.

In questo video The Vegan Side of the Moon spiega come ha viaggiato per un anno da sola.

Viaggi con agenzie e destinazioni avventurose

Siccome partire organizzando da soli un viaggio in India potrebbe essere difficile per i meno esperti e le sfide in loco fin troppo grandi per affrontarle da soli, esistono alcune agenzie che organizzano viaggi un po' avventurosi con destinazioni meno battute dal turismo di massa.

Queste sono ad esempio "Avventure nel Mondo" piuttosto che "WeRoad", le quali ogni anno organizzano decine di tour in luoghi popolari ma non troppo e offrono esperienze che vanno oltre la classica visita guidata.

Tra i loro tour sarà facile incontrare una gita in canoa sul Mekong, un'escursione sul Kilimangiaro o mille altre cose che generalmente si tende a escludere a priori per quanto sembri difficile e costoso programmarle.

Aderendo a questi viaggi, si verrà aggregati a gruppi di età più o meno simili in modo da mantenere una certa omogeneità d'interessi e verranno scelte sistemazioni a basso costo (ma comunque pulite e adeguate) per mantenere il prezzo su livelli accettabili.

Questi viaggi sono una forma di avventura controllata, dove ci si affida a un'organizzazione riconosciuta e autorevole nel settore per limitare al massimo i rischi, pur mantenendo un certo livello emozionale date le mete sempre molto interessanti e fuori dal comune.

Il pro dello scegliere questo metodo sta nel fatto che ci si espone a rischi e variabili minime, si riduce a zero la difficoltà organizzativa e si riesce anche a risparmiare qualcosa rispetto a quanto chiesto da un'agenzia classica.

Di contro si ha il fatto che le libertà vengono circoscritte a quelle comuni, si viene esposti a una tabella di marcia molto serrata alla quale è impossibile sottrarsi e si può sindacare su quanto sia effettivamente avventuroso un viaggio organizzato.

A questo va poi aggiunto che essere piazzati con un gruppo di altre persone può essere meraviglioso se si crea la giusta alchimia, ma può trasformarsi in un incubo in caso le idee comincino a divergere anche di molto.

Viaggi avventura con la tenda Maggiolina

Un tipo di viaggio che sta prendendo moltissimo piede negli ultimi tempi è sicuramente quello in camper o in van, i quali permettono di andare dove si vuole a prezzi contenuti e di sfuggire ai problemi logistici legati alla pandemia.

Passare ore in un treno o un aereo sovraffollato potrebbe non essere una delle scelte più piacevoli da affrontare di questi tempi, quindi l'isolamento durante gli spostamenti sta diventando una moda piuttosto sensata.

il problema che sorge a questo punto è quello di trovare un mezzo a un prezzo abbordabile, cosa diventata praticamente impossibile a causa della grande richiesta del mercato.

A questo va poi aggiunto che, anche nel caso si riesca a trovare una buona offerta, per chi non ha almeno dieci o ventimila Euro da spendere in un mezzo che sarà destinato solo alle vacanze, la scelta resterebbe comunque preclusa.

Esiste però una soluzione che concilia questo stile di viaggio con l'avventura del campeggio e dei prezzi abbastanza popolari, la tenda Maggiolina.

Questa tenda la si può piazzare sul tetto di qualsiasi macchina (basta avere i giusti supporti) e tenerla chiusa fino a destinazione proprio come fosse un pacco.

Una volta in loco basterà aprirla per avere una spaziosissima tenda di ottima qualità in cui dormire, senza doversi preoccupare di trovare la superficie gusta o zone che non si allagheranno in caso di pioggia.

A questo va aggiunto che metterla in piano sarà decisamente più semplice in quanto basterà dotarsi dei classici cunei per livellare l'auto, cosa impossibile in caso si utilizzi una tenda classica.

Questa tenda permette di viaggiare praticamente ovunque, accampando dov'è permesso senza spendere un solo centesimo di affitti o campeggi e offrendo il giusto compromesso per gli avventurieri.

Ovviamente bisogna scendere a un certo livello di compromessi in quanto a servizi igienici e altre comodità tipiche dei viaggi organizzati, ed è per questo che risulta una scelta più avventurosa della precedente.

Workaway

Se i viaggi avventura precedenti non sono abbastanza, allora questo potrebbe essere la soluzione ideale per chi desidera cercare qualcosa di veramente nuovo e diverso dal solito.

Workaway (letteralmente lavora via) è una piattaforma che raccoglie offerte di lavoro da tutto il mondo e a cui chiunque può decidere di fare domanda, ma non nel classico modo che ci si potrebbe aspettare.

Qui i lavori sono quasi tutti sotto forma di "scambio alla pari", dove l'offerente richiede un carico occupazionale solitamente abbastanza moderato in cambio di vitto e alloggio.

In cambio di un numero variabile di ore settimanali si avrà la possibilità di vivere in qualsiasi posto del mondo in modo quasi completamente gratuito, dipende ovviamente dalle attività che verranno svolte nel tempo libero.

In ogni caso si avrà la possibilità di spostarsi tra differenti lavori, magari prenotando una settimana in ciascun luogo, proprio come si farebbe con un hotel classico.

Alcune di queste occupazioni poi risultano molto interessanti, come praticare inglese in un bar coreano o aiutare ad accudire animali in zone remote dell'Australia.

Certo, per tutti gli amanti delle classiche vacanze relax spiaggia/ombrellone questa scelta non è assolutamente adatta, ma è per questa ragione che si parla di vacanze avventura fuori dal comune e, magari, anche a basso prezzo.

Per tutti coloro che hanno un budget molto ridotto o vogliono passare tempi lunghi lontani da casa, questa è sicuramente una delle opzioni più economicamente valide che esistano. 

Alcuni di questi lavori arrivano addirittura a dare un piccolo stipendio, cosa che ne accresce ulteriormente il valore ma anche la concorrenza da parte dei viaggiatori che cercheranno di accaparrarselo.

Viaggi in autostop

Arrivando all'ultima voce di questa classifica, occorre sicuramente menzionare i viaggi in autostop come quelli in grado di fornire il livello di avventura massimo al prezzo della totale incertezza, ma questa è anche parte della loro magia.

Molte persone pensano che non vi sia alcuna forma di preparazione o di trucchi per facilitare coloro che scelgono il proprio pollice come unico biglietto, ma non è affatto vero.

Esiste un sito meraviglioso che si chiama Hitchwiki creato per fornire indicazioni e idee a tutti gli aspiranti autostoppisti di questo mondo, creando delle guide che spiegano come iniziare, link utili da tenere sempre con se e una serie infinita di lingue in cui leggere i contenuti.

Non solo, la cosa più bella di tutte e in grado di cambiare completamente il viaggio di un autostoppista è la mappa dei luoghi migliori dove trovare un passaggio, creata grazie alle indicazioni di una delle community più belle e affiatate del mondo.

Sulla mappa sarà possibile trovare punti salienti dove le macchine hanno maggiore tendenza o possibilità di fermarsi per caricare un viandante per strada in qualsiasi zona del mondo.

Non fa differenza trovarsi a Berlino o in Patagonia, vi sarà sempre qualcuno passato prima pronto a indicare l'incrocio perfetto.

La mappa include davvero qualsiasi paese tanto da avere persino un luogo suggerito alle Svalbard, uno in Papa Nuova Guinea e ben due in Groenlandia.

Una volta che ci si è messi in viaggio però, resterebbe comunque il problema di dover reperire cibo e di dover pagare per dormire in qualche luogo sicuro e al riparo dalle intemperie.

Il modo più semplice per risolvere questo problema è quello di munirsi di una tenda e campeggiare dov'è possibile, in questo modo le spese finali del viaggio raggiungeranno una soglia così bassa da permettere di rimanere in giro per molto tempo.

In alternativa si può combinare questa opzione con quella del Workaway, ottenendo quindi spostamenti, vitto e alloggio completamente gratuiti oltre che una soluzione per poter aver a disposizione servizi e altri comfort necessari.

Questo è sicuramente uno dei limiti massimi a cui si può spingere i viaggi per trasformarli in una vera e propria avventura plasmabile a proprio piacimento, senza dover per forza avere budget spropositati per vivere momenti meravigliosi e indimenticabili.

Si potrebbe obiettare che un tale livello di difficoltà possa trasformare la vacanza in qualcosa di più duro del lavoro, cosa che in un certo senso è assolutamente vera.

Ovviamente queste soluzioni sono dei compromessi e vanno presi come tali, consci che si rinuncerà sempre a qualcosa in termini di comodità, risparmio o destinazioni, ma a volte è necessario scegliere.

C'è chi preferisce un mojito sulla spiaggia di Mikonos e c'è chi non può resistere alla tentazione di farsi tutta la Cambogia in autostop, non esiste una scelta giusta o sbagliata ma solo quella più adatta per se stessi.