Chiunque abbia un profilo su Tik Tok sa già che da qualche tempo a questa parte si è diffuso un nuovo linguaggio che nel giro di poco tempo è diventato virale. Sono tantissimi infatti a cimentarsi nel "parlare in corsivo". Una delle esponenti maggiori di questo trend è l'influencer Elisa Esposito che sui suoi social si fa chiamare "La prof" e si diletta ad insegnarlo ai giovani sulla piattaforma. 

Su Instagram conta 251mila follower mentre su Tik Tok ne conta ben 767.7mila, destinati sicuramente ad aumentare dopo la sua apparizione in televisione, che ovviamente sta già facendo il giro del web e non senza qualche polemica.

Elisa Esposito a Propaganda, la tiktoker che insegna a parlare in corsivo recita il discorso di Giorgia Meloni tra ilarità e polemiche

Elisa Esposito, dicevamo, è infatti apparsa a Propaganda su La7, mentre si cimentava nella reinterpretazione del comizio di Giorgia Meloni in Spagna in occasione della convention dell'estrema destra di Vox, che si è svolto a Marbella.

Discorso tacciato come "intollerante", che ha indignato molti e che è stato oggetto di molte canzonature tra cui appunto quella della Esposito, invitata nel programma condotto da Zoro, per recitare il monologo ovviamente rigorosamente in corsivo.

Un siparietto che ha suscitato l'ilarità di molti ma che, allo stesso tempo, ha attirato diverse polemiche soprattutto nel mondo di Tik Tok stesso, mondo di cui fa parte la stessa creator.

Il video è stato infatti pubblicato sul social preferito dalla GenZ, sul profilo ufficiale di La7 e tra i commenti, non sono tardati ad arrivare anche quelli negativi tra chi parla ironicamente di "meritocrazia italiana", chi ha rimproverato la stessa emittente per la scelta di ospitare la tiktoker e chi invece l'avrebbe accusata di copiare e anche male, il format.

La risposta della Esposito a tutte queste polemiche non è tardata ad arrivare. La ragazza che su questo social si è costruita un proprio piccolo mondo e avrebbe anche trovato fidanzato (nel 2021 si vociferava che fosse Luca Campolunghi, un altro creator da più di un milione di follower) attraverso un video ha così messo a tacere i detrattori.

"Non ho bisogno di mettermi in paragone a nessuno, parlo così per divertimento, perché alle persone che mi seguono piace". Avrebbe detto la tiktoker che ha poi proseguito: "Non ho copiato nessuno, ho iniziato a parlare corsivo per divertimento, che poi io sia capace o meno non mi interessa".

Cosa significa parlare in corsivo

Secondo alle innumerevoli spiegazioni e addirittura tutorial che si possono trovare su TikTok, parlare in corsivo significa allungare leggermente le parole aggiungendo una vocale (generalmente la i) tra la penultima e l'ultima lettera.

Prendendo ad esempio un nomignolo appartenente al nostro slang, ovvero "amo", una sorta di forma contratta di "amore", in corsivo diventerebbe quindi "amio". Ma il corsivo sarebbe anche una sorta di estremizzazione della cadenza dialettale di molti giovani milanesi.

Quello di inventare un linguaggio, un modo di parlare, totalmente nuovo non è comunque una novità "made in Tik Tok", bisogna dirlo. Ve lo ricordate il Tuscolano? Quello della professoressa Fullin (alias Alessandro Fullin) a Zelig? Ecco, il corsivo potrebbe tranquillamente essere la sua versione 3.0.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Propaganda Live (@welikeduel)